Pubblicato il

Cantiere ex Privilege, la Cgil chiede certezza

Cantiere ex Privilege, la Cgil chiede certezza

CIVITAVECCHIA – Chiedono certezza, in merito ai tempi e agli sviluppi dell’area di cantiere ex Privilege la segretaria generale della Cgil Stefania Pomante e quello della Fiom Giuseppe Casafina. Il silenzio attuale rispetto proprio alla ripartenza degli 11 ettari nella zona nord del porto preoccupa il sindacato. “Abbiamo  accolto positivamente sia l’acquisizione – hanno infatti spiegato Pomante e Casafina – che la recente assegnazione dell’area cantiere per le opportunità che si  aprirebbero in particolare nell’immediato per gli ex lavoratori e anche in prospettiva, vista la crisi industriale del territorio, per l’occupazione locale. Ma adesso è arrivato il momento di chiarire, e lo chiediamo a tutti gli attori in campo, quali sono le reali possibilità di avvio delle attività, perché  è passato troppo tempo e non si può più aspettare”. I due rappresentanti della Cgil ribadiscono quindi che “le soluzioni alle importanti crisi occupazionali presenti e future passano attraverso la definizione di progetti di riconversione e di sviluppo che potranno assorbirle. Tra questi – hanno concluso – c’è il cantiere navale, per un sito che può accogliere  tutte le imbarcazioni sia sopra che sotto i 100 metri. È quindi importante che ciascuno faccia la sua parte con la massima responsabilità, a garanzia del territorio e del lavoro”.

ULTIME NEWS