Pubblicato il

È apolide e rischia di perdere la nave

È apolide e rischia di perdere la nave

Dubbi sul documento ma alla fine il comandante lo fa salire a bordo

CIVITAVECCHIA – È un apolide in possesso del documento “Autocertificazione della qualità di disponente del diritto sul trust” e “Autocertificazione di esistenza vita” e rischia di non salire a bordo. È il caso di Ivano Naiely che lunedì si apprestava a prendere il traghetto per tornare in Sardegna, dove risiede, ma viene bloccato al check-in per via del suo documento. «Già da 4 anni – spiega Naiely – ho di mia volontà e con piena responsabilità rinunciato alla cittadinanza italiana, modificando il mio status giuridico da cittadino italiano ad apolide, questo grazie al diritto internazionale». Tra varie peripezie e incomprensioni alla fine la Polizia di frontiera suggerisce di contattare il comandante della nave che fa salire a bordo l’uomo (che compie regolarmente viaggi simili da 2 anni). Insomma per Naiely la sua vicenda dovrebbe invitare «allo studio – conclude – alla presa di responsabilità e di consapevolezza che gli esseri umani nascono liberi e come tali devono e possono vivere, sia dal punto di vista giuridico che da quello umano».

ULTIME NEWS