Pubblicato il

Carabinieri aggrediti in aeroporto

Carabinieri aggrediti in aeroporto

Fiumicino. In manette un turista russo che non voleva pagare il conto del duty free. Il 50enne straniero, dopo il rito direttissimo, dovrà scontare sei mesi di carcere

FIUMICINO – Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma anche al termine della stagione estiva: in entrambi gli scali romani sono stati svolti numerosi servizi, sia all’interno sia lungo le vie adiacenti dei terminal.
Durante l’espletamento dell’attività per il contrasto dei reati in genere, i Carabinieri in servizio presso l’aeroporto internazionale “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino hanno deferito in stato di libertà tre persone, due donne italiane di 50 anni, residenti all’estero e un 20enne olandese, tutti sorpresi a trafugare profumi e prodotti cosmetici dagli scaffali espositori dei duty-free shop ubicati all’interno dell’area internazionale dell’aeroporto. 
La refurtiva, per un valore complessivo di circa quattrocento euro, è stata recuperata e restituita ai responsabili degli esercizi.
Proprio all’interno dello shop internazionale i Carabinieri hanno arrestato un uomo di nazionalità russa di 50 anni. 
Il passeggero, in attesa del volo per Mosca, aveva creato confusione all’interno di un duty free, discutendo animatamente con i commessi perché, giunto alla cassa, non voleva pagare il conto, in evidente stato di alterazione.
Gli impiegati spaventati, hanno avvisato i Carabinieri che una volta intervenuti sono diventati bersaglio dell’uomo che si è scaglio contro di loro. Bloccato poco dopo, i Carabinieri sono riusciti ad ammanettarlo ed arrestarlo. 
A seguito del rito direttissimo l’arrestato è stato condannato a sei mesi.
Nel corso del servizio, svolto nelle fasce di maggior afflusso di passeggeri, i Carabinieri hanno identificato 147 persone, controllato 34 veicoli, contestando 11 sanzioni amministrative.

ULTIME NEWS