Pubblicato il

Rdc, anche Cerveteri attende

Rdc, anche Cerveteri attende

Il M5S ha interrogato il Comune sulle attività svolte a tal proposito. Manca la piattaforma per accedere ai dati  

CERVETERI – Che cosa il Comune sta facendo per la definizione dei Patti per l’inclusione sociale e per l’individuazione dei beneficiari del reddito a cui assegnare le ore di lavoro previste dalla legge. Anche in questo caso a porre la domanda all’amministrazione comunale, ma questa volta a quella di Cerveteri, è il Movimento 5 Stelle. La risposta, anche nel caso di Cerveteri è la stessa di quella di palazzo Falcone, a Ladispoli. Bisogna attendere che l’Anpa attivi la piattaforma che darà accesso ai Comuni ai dati di quanti hanno ricevuto il reddito di cittadinanza. Nella città etrusca sono 601 i residenti che hanno avuto accesso al contributo governativo. «Il Comune – recita infatti la risposta del dirigente Galioto – è in attesa di acquisire l’elenco e i dati dei percettori. Si precisa pertanto che l’assenza di tale comunicazione da parte del Centro dell’impiego non consente al Comune di Cerveteri di provvedere al successivo inoltro di tali dati all’INPS come previsto dalle 
note prot. 7250/2019 e 8156/2019 del MLPS». Solo una volta acquisiti i dati, il Comune potrà avviare «la procedura per la definizione del patto per l’inclusione sociale in relazione alla tipologia del bisogno accertato». E ancora: «Il 
patto per l’inclusione sociale che sarà successivamente predisposto dai servizi sociali del Comune in relazione alle problematiche ed ai bisogni individuati, fornirà dunque una puntuale quantificazione numerica dei soggetti oltre che 
una fotografia delle potenziali capacità lavorative dei percettori di cui il Comune potrà disporre ai fini dell’eventuale inserimento lavorativo in progetti utili alla collettività nell’ambito del territorio comunale distrettuale».
 

ULTIME NEWS