Pubblicato il

Piscicoltura e tutela della Frasca: consegnate 1700 firme

Piscicoltura e tutela della Frasca: consegnate 1700 firme

Destinatari della petizione Comune e Adsp. Sit-in al Pincio di pescasportivi e frequentatori di quel tratto di costa. Mozioni urgenti di Onda popolare e Pd. VIDEO 

CIVITAVECCHIA – Circa 1700 firme sono state consegnate ieri a Palazzo del Pincio e a Molo Vespucci da parte di una delegazione di diportisti civitavecchiesi. In particolare di quelli che da anni frequentano la Frasca e che, in queste settimane, sono stati oggetto dell’intervento della Capitaneria di porto per la rimozione degli ormeggi, definiti abusivi. La consegna delle firme è stata accompagnata da un sit-in pacifico sotto il Comune, per sensibilizzare la cittadinanza. “La Frasca è un bene dei cittadini”. “Frasca orgoglio civitavecchiese”. “No alla piscicoltura”. questi i cartelli esposti. E le richieste, contenute nella petizione, sono appunto quelle della non realizzazione del progetto dell’itticoltura a mare presentato dalla società Civita Ittica, la riqualificazione dell’area, nell’ambito della recente istituzione del monumento naturale regionale, che preveda la realizzazione di un approdo per natanti da diporto a impatto ambientale zero, il mantenimento dello scalo pubblico attuale. «All’amministrazione – ha spiegato il vicepresidente dell’associazione Base Nautica Emanuele Dell’Anno – di far sì che ci venga concesso dall’Adps un approdo ed uno scivolo pubblico per le nostre barche. Siamo preoccupati dal possibile impatto ambientale devastante del progetto della piscicoltura». A sostegno dei diportisti anche la politica, con il consigliere di Onda popolare Patrizio Scilipoti che ha protocollato una mozione urgente, sottoscritta anche dal collega Carlo Tarantino, per richiedere la possibilità di individuare alla Frasca uno specchio acqueo da affidare in concessione all’associazione dei diportisti, salvaguardando il tratto di costa anche mediante il rigetto del progetto di piscicoltura. Mozione urgente anche del Pd con De Angelis, Di Gennaro e Piendibene che chiede di presentare un piano per la realizzazione di adeguati approdi per le piccole imbarcazioni dei civitavecchiesi che possa essere condiviso con il consiglio comunale per avviare una reale politica in favore dei piccoli diportisti. 

VIDEO

ULTIME NEWS