Pubblicato il

L'assessore regionale Di Berardino: ''Vertenza Civitavecchia, a breve il tavolo''

L'assessore regionale Di Berardino: ''Vertenza Civitavecchia, a breve il tavolo''

CIVITAVECCHIA – «Passare da un limite a delle opportunità per garantire garanzie occupazionali a tanti lavoratori ed opportunità di sviluppo a questo territorio; il che significa aiutare l’intero Lazio». L’assessore regionale al Lavoro Claudio Di Berardino conferma di non aver dimenticato quella che è la “vertenza Civitavecchia” esplosa in estate con lo sciopero unitario di metalmeccanici e portuali, preoccupati per il futuro del territorio. Perché la strategia di uscita dal carbone da parte di Enel sta mostrando tutta una serie di criticità con preoccupanti ripercussioni dal punto di vista economico ed occupazionale. Da lì l’apertura di un tavolo in Regione, insieme al collega ai Trasporti e Mobilità Mauro Alessandri, per ascoltare i vari attori del territorio e promuovere una strategia comune. «Proprio nei giorni scorsi – ha confermato l’assessore Di Berardino – abbiamo incontrato anche i vertici dell’Enel. Ora abbiamo il quadro completo e tutti gli ingredienti per convocare, a breve, un tavolo dove rappresentare le istanze del territorio, con tutti i protagonisti della vertenza, a partire dal Comune, sindacati, associazioni datoriali. Perché il tema vero da affrontare – ha aggiunto l’assessore – è quello di delineare insieme un futuro in cui ci sia un’idea della città, da inquadrare necessariamente in un’ottica regionale». Perché da un lato si parla dell’impianto di Tvn tra i più importanti del Paese, dall’altro dello sviluppo di un porto, quello di Civitavecchia, che è il porto del Lazio. «Ecco che serve quindi – ha sottolineato Di Berardino – una visione che tenga conto di questi elementi, per ragionare insieme sul futuro della centrale di Tvn e su come Enel pensa di modificare quella struttura. Bisogna ridarsi visione e prospettiva; tutti dobbiamo essere uniti su questa direzione».

 

ULTIME NEWS