Pubblicato il

''Chiediamo più trasparenza''

Il Codacons attacca l’amministrazione, abbracciando le tematiche del Movimento civico Rienzi: «Condividiamo le denunce su Talete, inquinamento e autostrada»

Il Codacons attacca l’amministrazione, abbracciando le tematiche del Movimento civico Rienzi: «Condividiamo le denunce su Talete, inquinamento e autostrada»

TARQUINIA – Il presidente del Codacons Carlo Rienzi ha incontrato domenica una delegazione del Movimento civico di Tarquinia capitanata da Maurizio Conversini. Piena convergenza di opinioni tra il gruppo e gli esponenti del movimento civico, sulle molteplici problematiche di Tarquinia «che – afferma il Codacons – non sembrano avviarsi a soluzione neanche con questa amministrazione, sorda ad ogni richiesta dei cittadini».
Riferendosi alla richiesta di Conversini rivolta alla presidente del consiglio, Federica Guiducci, di incontrare Codacons e associazione 5 Lidi e rimasta senza risposta, l’avvocato Rienzi incalza: «Trovo assurdo che l’amministrazione Giulivi non risponda a nessuno, né alle associazioni, né ai consiglieri comunali. Tale comportamento antidemocratico ci costringe a chiedere al prefetto di commissariare il Comune per inidoneità nel rapporto di trasparenza con i cittadini».
Conversini, che dopo il successo dell’avvio della petizione contro Talete attende l’assemblea pubblica del 4 ottobre presso la Sala grande della biblioteca, ha accolto con favore la proposta del Codacons di mettersi a disposizione per avviare tutti gli opportuni accessi previsti dalla legge, per accertare sia la legittimità dell’affidamento del servizio pubblico a Talete, la cui gestione sta creando molti problemi ai tarquiniesi, oltre agli accertamenti sul cosiddetto “Contratto di fiume” che vede capofila la Provincia di Viterbo e ai relativi impianti di depurazione, sempre gestiti da Talete. 
«Si procederà poi – ha spiegato Talete – con la valutazione delle opportune azioni legali da intraprendere per togliere a Talete l’importante servizio pubblico, la cui mala gestio si ripercuote negativamente sia a livello economico, nelle tasche dei cittadini, che sull’ambiente, con il litorale perennemente inquinato».

ULTIME NEWS