Pubblicato il

''Contiamo di approvare il nuovo regolamento per gennaio''

''Contiamo di approvare il nuovo regolamento per gennaio''

Installazioni esterne, si allungano i tempi dopo la riunione con la Soprintendenza per problemi legati all’autorizzazione per il centro storico. L'intervento dell'assessore De Paolis 

di FRANCESCO BALDINI

CIVITAVECCHIA – Slitta l’approvazione del regolamento per installazioni esterne. Ieri pomeriggio l’amministrazione ha incontrato la Soprintendenza proprio per discutere sull’argomento e valutare se presentare il regolamento così come era stato modificato, anche alla luce di recenti osservazioni inviate proprio dalla Soprintendenza. «Abbiamo deciso – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Sandro De Paolis – di continuare a lavorare sul regolamento e di non presentarlo alla luce degli sviluppi. Innanzitutto – ha continuato – la problematica è quella legata all’articolo 21, un’autorizzazione che andava chiesta a tutela dei centri storici. Ora faremo un tavolo tecnico e slitteremo un po’ per mettere mano al nuovo regolamento».

Sostanzialmente si possono fare tre grandi distinzioni. Più semplice la trafila per tavoli, sedie, fioriere (devono essere spostabili) e ombrelloni a patto che siano tutti rigorosamente mobili. Altro discorso per le installazioni esterne, ad esempio pedane, per cui si dovrà richiedere l’autorizzazione della Soprintendenza per i centri storici. Per i dehors il discorso è diverso e l’amministrazione conta di lavorare al regolamento apposito una volta chiusa la vicenda installazioni esterne e si pensa ad un iter semplificato per la paesaggistica. Si farà anche una lista delle aree in cui sarebbe praticamente inutile chiedere l’autorizzazione per installare un dehors, trovandosi in punti sensibili e centri storici. Per le varie installazioni esterne approvate con il vecchio regolamento e che si trovano al di fuori del centro storico cittadino per cui verrà concesso un rinnovo ma ci si dovrà adeguare.

«Scriveremo tutto dettagliatamente – ha assicurato De Paolis – in modo che non ci possano essere fraintendimenti. Quello che mi preoccupa è chi ha speso soldi per realizzare le installazioni e ho preso tempo con la Soprintendenza, da cui mi è sembrato di vedere un minimo di tolleranza. Purtroppo il discorso dell’articolo 21 andava fatto prima – ha concluso l’assessore all’Urbanistica – per evitare situazioni simili. Contiamo di approvare il nuovo regolamento per gennaio, febbraio al più tardi e poi subito al lavoro per i dehors».

ULTIME NEWS