Pubblicato il

Riprende a pieno regime l’attività del frantoio di Allumiere

La struttura della Bandita dei Buoi è gestita dall’Università Agraria collinare

La struttura della Bandita dei Buoi è gestita dall’Università Agraria collinare

ALLUMIERE – L’Università Agraria di Allumiere comunica che da ieri (mercoledì 9 ottobre) ha aperto il frantoio situato in via Bandita dei Buoi. Riprende quindi a pieno ritmo il lavoro del frantoio gestito appunto dall’Agraria. I gestori del frantoio si dicono orgogliosi del fatto che presso l’impianto della Bandita dei Buoi arrivano sempre più persone del comprensorio a frangere le proprie olive anche grazie al fatto che nel frantoio di Allumiere la spremitura è a freddo (che non prevede aggiunta di acqua alla pasta di olive, garantendo all’olio estratto un numero di polifenoli, molecole antiossidanti utili per la prevenzione delle malattie cardiovascolari) superiore quindi a quella dei frantoi a ciclo continuo. Il metodo utilizzato nel frantoio di Allumiere permette di ottenere un olio di elevata qualità e garantisce ai clienti di portare a casa con certezza ‘‘il proprio olio’’ visto che tra una frangitura e l’altra le macchine vengono lavate. Inoltre il frantoio collinare si avvale di personale qualificato e attento ai bisogni di chi porta il proprio raccolto e quindi sono sempre di più coloro che abbandonano la ‘‘strada vecchia’’ (quella dei frantoi tradizionali) e prendono la ‘‘strada nuova’’, quella cioè dell’impianto collinare che pian piano si sta ritagliando un importante spazio. «Il nostro frantoio – spiega il presidente Pietro Vernace – rappresenta una risorsa strategica e culturale importante per l’olivicoltura. Chi viene da noi si accorge che l’olio è migliore perché la spremitura a freddo non sciocca le olive e aumenta la qualità dell’olio prodotto. Inoltre chiunque può vedere che c’è la garanzia assoluta che ognuno porta sicuramente via tutto il suo olio fino all’ultima goccia”. L’assessore dell’Agraria collinare, Paolo Travagliati annuncia invece la novità di quest’anno: “Per prima volta è stata stipulata una convenzione con le Università Agrarie di Tolfa e Civitavecchia e, attraverso questa conversazione, gli utenti di questi Enti potranno usufruire di un prezzo ancora più conveniente.

ULTIME NEWS