Pubblicato il

Il neonato stroncato da una polmonite

Questa la prima ipotesi sulle cause della morte avvenuta martedì all’ospedale San Paolo 
Il piccolo potrebbe aver aspirato meconio. Proseguono gli accertamenti 

Questa la prima ipotesi sulle cause della morte avvenuta martedì all’ospedale San Paolo 
Il piccolo potrebbe aver aspirato meconio. Proseguono gli accertamenti 


CIVITAVECCHIA – Un problema polmonare sopravvenuto in secondo momento, successivo al parto. È questo il primo esito dell’autopsia eseguita nel tardo pomeriggio di venerdì sul corpicino del neonato morto martedì all’ospedale San Paolo. L’esame condotto dal dottor Stefano D’Errigo, consulente tecnico nominato dal sostituto procuratore Roberto Savelli che sta coordinando le indagini dei carabinieri, tenderebbe ad escludere quindi una patologia della quale avrebbe sofferto il piccolo. 
Una polmonite, quindi, che potrebbe essere stata causata da una sindrome di aspirazione da meconio, che si verifica nel neonato che, prima o al momento del parto, ha inalato (aspirato) nei polmoni il materiale fecale sterile di colore verde scuro chiamato appunto meconio. Risposte chiare, più precise e dettagliate, potranno essere fornite all’esito della consulenza tecnica, a seguito dell’analisi dei tracciati cardiotocografici, delle risultanze di tutti i rilievi chimici e biologici, dello studio della rilevanza della sofferenza fetale: consulenza che verrà depositata entro 90 giorni, come disposto dalla Procura. Bisogna capire se sia stato fatto tutto il possibile o meno, e se, una volta effettuate tutte le analisi, il problema sarà ascrivibile o meno alla fase pre parto, al parto stesso o alla fase di assistenza neonatale. Nove i sanitari che il sostituto procuratore Roberto Savelli ha iscritto, come atto dovuto, nel registro degli indagati per il reato di omicidio colposo, tra cui ginecologi, ostetriche, pediatri ed infermieri. Una volta chiusa la fase legata all’esame autoptico al Verano, il corpo può essere riconsegnato alla famiglia impegnata, nonostante il dolore, a cercare risposte. 
©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

ULTIME NEWS