Pubblicato il

Idrico, il maltempo fa tornare la torbida del Mignone: si prospettano giorni difficili

Idrico, il maltempo fa tornare la torbida del Mignone: si prospettano giorni difficili

Disagi per i cittadini delle zone a monte di Civitavecchia a causa delle forti piogge


CIVITAVECCHIA – Con la pioggia arriva puntuale l’ormai tristemente nota torbida del Mignone. Giorni difficili per le zone a monte di Civitavecchia con i rubinetti a secco dopo le forti precipitazioni dei giorni scorsi. L’acqua è tornata verso l’ora di pranzo con la situazione che si è andata via via stabilizzando anche se la preoccupazione resta e sicuramente non si prospettano giorni facili per i cittadini delle zone più a monte visto il maltempo che continua a colpire Civitavecchia. «Purtroppo – ha spiegato il delegato all’idrico Giancarlo Frascarelli – è un sistema che non dipende da oggi. Per evitare interruzioni più lunghe Acea è costretta ad effettuare manovre a tutela andando ad interrompere il flusso. Quando c’è tanta acqua sale anche il rischio di smottamenti, c’è tanta fanghiglia e ci sono rischi di guasto per l’impianto. La novità – ha aggiunto il consigliere comunale di maggioranza – è che i lavori di studio sui lavori che dovrà effettuare Acea sono praticamente ultimati e con il prossimo anno sarà avviata la parte esecutiva». Parliamo ad esempio del tanto agognato svuotamento del bacino di accumulo di Lasco del falegname che potrebbe diventare un’importante riserva d’acqua per le emergenze. «Lunedì – ha concluso – parteciperò su delega del Sindaco alla conferenza dei sindaci passati con le Ato e interverrò a tutela dei cittadini richiamando l’attenzione su contatori e costi delle eccedenze».

ULTIME NEWS