Pubblicato il

Concessione terreni: via al nuovo regolamento

Concessione terreni: via al nuovo regolamento

UNIVERSITA’ AGRARIA DI TOLFA Lo annuncia il consigliere Giulio Galimberti dopo l’ok dell’assemblea dei delegati
«Il provvedimento nasce dall'esigenza di dotare l’ente di uno strumento moderno adeguato alle esigenze attuali dei cittadini, delle aziende agricole, dell'ambiente e del paesaggio»
 


TOLFA – “Nuova vita per l’istituto delle concessioni di terreni dell’Università Agraria di Tolfa, un’operazione di restyling del regolamento approvata dall’assemblea dei delegati sulla base del testo predisposto dal comitato di amministrazione”. Ad esprimersi così il consigliere dell’Ente Agrario collinare Giulio Galimberti, il quale evidenzia poi: “Il provvedimento nasce dall’esigenza di dotare l’ente di uno strumento moderno per la gestione delle concessioni adeguato alle esigenze attuali dei cittadini, delle aziende agricole, dell’ambiente e del paesaggio”. Il nuovo regolamento si pone l’obiettivo di far fronte al progressivo abbandono delle attività nelle aree rurali e alla conseguente perdita di qualità agricola dei terreni, nello stesso tempo stimola l’insediamento di nuove imprese agricole ed attività connesse, anche in relazione alle opportunità della programmazione europea in agricoltura che oggi rappresenta una vera occasione per chi voglia praticare questo bellissimo mestiere. Si sancisce che hanno diritto alle concessioni di terreni gli utenti ma anche i nuovi residenti purché effettivamente domiciliati a Tolfa, con priorità per l’ insediamento di giovani agricoltori come richiesta dalla Legge 168/17. Università ed Enti di ricerca potranno attivare sui terreni dell’ente campi sperimentali per ricerche nel campo dell’agronomia, della selvicoltura, della zootecnica, dell’ambiente, del paesaggio. Il passaggio di concessioni tra privati potrà avvenire secondo i principi di legalità, trasparenza, equità e gratuità, infatti non sarà più ammesso che il concessionario uscente potrà scegliere il subentrante, modalità utilizzata fino al recente passato che di fatto ha escluso dalle concessioni molti nostri concittadini, ma tutti avranno la possibilità di accedere alle concessioni che dovranno essere restituite all’ente in caso di rinuncia, e successivamente riassegnate con bando pubblico. 
In questo senso è in corso presso gli uffici dell’ente uno screening di tutto il territorio finalizzato alla verifica di terreni disponibili per la pubblicazione di un primo bando pubblico. Il provvedimento contiene , infine, severe misure di tutela per il contrasto all’abusivismo e alla perdita di paesag

ULTIME NEWS