Pubblicato il

A breve le gare d’appalto per sei milioni di euro

A breve le gare d’appalto per sei milioni di euro

Lo annuncia il sindaco Pietro Tidei: «Entro primavera potremo partire con i lavori»


SANTA MARINELLA – Dopo aver superato il momento complicato dovuto al maltempo che nel mese di novembre ha messo alla prova la tenuta della macchina dei soccorsi e la tenuta dei fossi, il sindaco Pietro Tidei annuncia che a breve partiranno le gare d’appalto per consentire la bonifica di quei corsi d’acqua ritenuti più pericolosi.
“Abbiamo lavorato molto sulla bonifica dei fossi – dice il sindaco – sia questa estate che nei primi mesi invernali, quando c’è stata una massa d’acqua che in poche ore è caduta sulla città, e che ha messo alla prova i nostri fossi. Per questo abbiamo ottenuto un contributo che ci consentirà di bonificare i corsi d’acqua”. 
“Ho telefonato agli architetti – prosegue Pietro Tidei – e lunedì ci porteranno i progetti definitivi e saremo in grado di partire con l’affidamento dei lavori attraverso una gara pubblica, dopo di che faremo una conferenza dei servizi e sono certo che possiamo partire entro primavera alla sistemazione dei fossi, per un valore di sei milioni di euro”. 
«Abbiamo usato già due stralci di 150mila euro – prosegue il sindaco – e di 500mila per il Fosso delle Guardiole. Massimo entro un anno e mezzo avremo messo in sicurezza tutti i grandi fossi di Santa Marinella. Voglio dire ai cittadini che si preoccupano della situazione dei fossi, che finita l’operazione di bonifica a carico dell’Unione Europea, la città sarà in sicurezza per i prossimi venti anni. Ho parlato con un responsabile della Protezione Civile della Regione per verificare i danni subiti causati dal maltempo, parte dei danni saranno coperti dalla Regione e parte dalla compagnia assicuratrice. Ciò ci consentirà di mettere a posto le strade e le piazze distrutte dalle piogge”. 
“Stiamo predisponendo – conclude il sindaco Pietro Tidei – i piani di risanamento e di recupero, con Acea, per Colfiorito e Belvedere e per la Perazzeta, per ridare delle strutture fognarie a quelli che non ce l’hanno e per superare il vincolo del Pai che blocca i lavori a Colfiorito e Belvedere». 
“Per quel che riguarda la risistemazione della Perazzeta, – conclude il sindaco – contiamo di realizzare i servizi fognari, ma stiamo predisponendo un grosso piano di recupero dell’intero quartiere che è stato praticamente abbandonato. Dopo questo periodo di studio, di progettazione, di appalti e di esecuzioni, ritengo che nel giro di un anno e mezzo, due anni, molte cose saranno cambiate e tanti quartieri saranno risistemati”. 

ULTIME NEWS