Pubblicato il

Pescatori: "Rette più basse per le fasce deboli"

Una buona notizia dall’assessore all’Istruzione. Previsti forti contributi da Inps, Miur e Regione per le famiglie: «Si arriverà alla quasi totale gratuità. Con i fondi risparmiati attiveremo il tempo pieno»

Una buona notizia dall’assessore all’Istruzione. Previsti forti contributi da Inps, Miur e Regione per le famiglie: «Si arriverà alla quasi totale gratuità. Con i fondi risparmiati attiveremo il tempo pieno»


CIVITAVECCHIA – «Rette più basse nei nidi comunali». A dare la buona notizia è l’assessore all’Istruzione Claudia Pescatori che spiega come l’amministrazione comunale abbia dovuto attuare diverse modifiche anche alla luce del bonus messo a disposizione dall’Inps e dai contributi di Miur e Regione Lazio. «Abbiamo abbattuto le tariffe a carico degli utenti con l’isee più basso. In alcuni casi – ha spiegato Pescatori – c’è un aumento delle rette, nelle fasce più alte, che sarà compensato dalla quasi totale gratuità di tutti i servizi per l’infanzia. Rimane la possibilità per le famiglie di chiedere i contributi Inps. Abbiamo fatto delle previsioni – ha spiegato l’assessore – e crediamo che la quasi totalità degli utenti arriverà alla gratuità». In sostanza non sarà più il Comune a versare i contributi alle strutture. «Gli utenti – ha aggiunto Pescatori – potranno scegliere liberamente la struttura che preferiscono e poi, una volta svolti gli adempimenti burocratici, riceveranno direttamente i contributo che va quasi ad azzerare le rette». Con i soldi che il Comune andrà a risparmiare «si andrà a colmare il gap con le strutture private attivando il servizio di tempo pieno, almeno fino alle 15,30». Per il servizio a tempo pieno saranno stabilite tariffe differenti da quelle già pubblicate. La sostanziale novità è il bonus Inps che ha previsto un recupero fino a 3mila euro annui. Rimane l’esonero completo per isee inferiore a 6mila euro ma sarà necessaria una certificazione dei servizi sociali che attesti il disagio. È previsto anche un bando per la concessione di voucher finalizzati a ridurre i costi degli asili nido da parte della Regione. «I nostri uffici – ha concluso Pescatori – restano a disposizione della cittadinanza che sarà informata puntualmente. Il nostro obiettivo resta quello di migliorare i servizi offerti e questo è solo un primo passo. Vogliamo – ha concluso l’assessore – venire incontro alle necessità della cittadinanza».

ULTIME NEWS