Pubblicato il

"In campo importanti politiche di promozione turistica"

L’amministrazione comunale si attiva  per scongiurare il calo di presenze ipotizzabile a seguito dell’allarme Coronavirus

L’amministrazione comunale si attiva  per scongiurare il calo di presenze ipotizzabile a seguito dell’allarme Coronavirus


SANTA MARINELLA – «A causa di una campagna mediatica irresponsabile e sensazionalistica che ha trasformato un evento serio in un racconto drammatico, la nostra nazione sta subendo un pesante contraccolpo sul fronte turistico”. 
E’ questo il grido d’allarme lanciato dal delegato al Turismo Pierluigi D’Emilio che annuncia misure per evitare il crollo delle presenze in città. D’Emilio fa presente, anche, che presto incontrerà l’assessore regionale al Turismo Giovanna Pugliese per mettere in atto interventi di rilancio della stagione estiva. 
“La percezione che all’estero hanno di noi – dice D’Emilio – è quella di un lazzaretto manzoniano. Purtroppo Santa Marinella non è esente da questa crisi, pur non avendo né focolai di Coronavirus né casi occasionali, si deve segnalare un alto tasso di cancellazioni delle prenotazioni da parte dei turisti di quasi il 70%. Una stagione che dopo 18 mesi di faticoso lavoro e programmazione, si preannunciava eccezionale, considerando anche la nomina a Città la Cultura 2020, rischia di pagare un serio dazio alla mania catastrofista imperante. Dopo un lungo confronto con il Sindaco Pietro Tidei e l’assessore alle Attività produttive Emanuele Minghella, per mettere in atto tutte le misure necessarie a scongiurare un duro colpo economico alla più importante filiera produttiva della nostra città e dopo un confronto con alcuni esponenti del settore turistico, ci si sta attivando in tutte le sedi competenti ed a breve, insieme all’assessore alle Attività produttive, incontreremo in Regione gli assessori al Turismo ed allo Sviluppo economico, per proporre una serie di interventi attraverso i quali non solo vogliamo rilanciare la stagione turistica che sembra compromessa, ma incrementata rispetto allo scorso anno”.
Il delegato ricorda che sono state messe in cantiere politiche espansive di promozione, perché l’economia insegna che, in un momento di contrazione del mercato, bisogna espandere ed usare ancora più forza. “Certo le risorse non sono molte – sottolinea D’Emilio – ma con una promozione mirata, che oggi è possibile grazie allo studio dei dati statistici, e grazie alla rete creata con gli armatori del crocierismo e i tour operator nazionali ed internazionali, confidiamo che riusciremo ad avere, nonostante tutto, una grande stagione”.
“A chi pensa, al contrario, di risolvere la questione sospendendo la tassa di soggiorno – conclude il consigliere comunale – mi preme ricordare che se il turista non viene, la tassa non la paga, per cui sospendi cosa? Non è il risparmio di 7-8 euro a incoraggiare il turista a sconfiggere la paura. Ed in ultimo, se oggi abbiamo un minimo di risorse da usare per affrontare questa emergenza, è proprio grazie alla tassa di soggiorno”. 

ULTIME NEWS