Pubblicato il

Sindacati Lazio:“Bene pensare a ripartenza, ma dovrà avvenire in sicurezza”

LAZIO – “In questo momento di crisi ed emergenza, è giusto e saggio pensare al dopo, alla necessaria ripartenza. Ci stiamo già adoperando per fare in modo che questo momento critico diventi un’occasione per ridisegnare una mobilità migliore e sostenibile, ma su un punto non arretreremo di un millimetro: si dovrà ricominciare nel totale rispetto della sicurezza di lavoratrici e lavoratori. Non può e non potrà esserci produzione senza tutela, non permetteremo che si anteponga il profitto alla salute. Attualmente monitoriamo la situazione con la massima attenzione per far sì che in tutte le realtà aziendali siano rispettati i protocolli di sicurezza”.

E’ quanto sostengono i Segretari Generali di Filt-Cgil e Fit-Cisl Roma e Lazio, Eugenio Stanziale e Marino Masucci, e il Commissario Straordinario della UilTrasporti Lazio, Gian Carlo Serafini, che sottolineano come lavoratrici e lavoratori del trasporto persone e merci, della logistica e delle infrastrutture della mobilità siano in prima linea e continueranno ad esserlo per trasportare il paese verso un futuro migliore. I sindacalisti auspicano in una ripartenza non in ordine sparso, o peggio ancora sotto la pressione di interessi economici e industriali.

“Le istituzioni, la politica, la classe dirigente territoriale e le associazioni datoriali, – chiedono – dovranno adoperarsi per garantire adeguate tutele, ognuno per la propria responsabilità e senza ulteriori ritardi. C’è un tempo per tutto, e dovranno ripartire con gradualità e il massimo dell’attenzione soltanto quelle attività in regola con i criteri di sicurezza: è necessaria la dotazione di dispositivi di protezione individuali, il giusto distanziamento sul luogo di lavoro, la sanificazione degli ambienti, degli impianti e degli uffici. La ripartenza avrà senso se riusciremo a dare a garantire ai lavoratori sicurezza e tutele”.

 

ULTIME NEWS