Pubblicato il

Emergenza Covid, Aurhelio: amministrazione inadeguata

S. MARINELLA – “Abbiamo pazientato abbastanza ma ora basta”. A dirlo è il direttivo del Centro studi Aurhelio che accusa il sindaco di superficialità in merito al Covid 19. “Dopo più di 40 giorni di leggerezza – continua la nota – improvvisazione e minacce, rimanere in silenzio diventa complicità. In nome del più alto bene della nazione e dei suoi cittadini, dell’emergenza e nel rispetto di coloro che si stanno sacrificando per l’incolumità di tutti, abbiamo ritenuto di rimanere in silenzio anche quando, dopo tante sollecitazioni, l’amministrazione comunale aveva preso coscienza della necessità di costituire un tavolo di emergenza. Successivamente, seppur davanti ad evidenti confusioni e disarticolazioni, abbiamo ritenuto di segnalare alcune proposte. Oggi, dopo più di 40 giorni di improvvisazione, ci vediamo costretti a condannare questa amministrazione di assoluta inadeguatezza. Non entrando nel merito della gestione della crisi a livello nazionale, ci corre l’obbligo, in opposizione a questa maggioranza, di controllare eventuali errori e proporre suggerimenti tesi a risolvere molte criticità che sono emerse. È a tale riguardo che, se qualcuno dei novelli sceriffi di Nottingham della città pensa di far dimenticare la sottovalutazione del rischio mostrata, ostentando oggi una ferocia degna della spettacolarizzazione del potere, volendo intimorire i cittadini con dirette facebook, sappia che si sbaglia di grosso. I membri dell’amministrazione partivano con la denuncia delle fake news, passavano all’accusa di sciacallaggio e allarmismo verso chi sollecitava di improntare tavoli di emergenza. A febbraio, mentre ricevevamo informazioni da oltre un mese sull’espansione della epidemia anche in Italia, i cavalieri dell’apocalisse ci deliziavano con messaggi rassicuratori. Ora invece minacciano di far scendere in strada l’esercito”. 

ULTIME NEWS