Pubblicato il

Coratella d’agnello con lo chef Cappelletti

Coratella d’agnello con lo chef Cappelletti

La ricetta /1 ALLUMIERE
 


ALLUMIERE – Da Allumiere il giovane ed eclettico chef Paolo Cappelletti oggi vuole condividere con i nostri lettori una ricetta che unisce tradizione e innovazione e che lui con sapienza e amore prepara esaltando al massimo il gusto. 
“Per questa santa Pasqua vorrei proporre ai nostri interlocutori un classico taglio dell’agnello, nello specifico il quinto quarto dell’animale, ossia la famosa coratella, tentando di rivisitarla mantenendo come al solito i “piedi per terra”. 
Partendo dalla materia prima prepariamo la corata in piccoli pezzettini dopo averla sgassata facendo particolare attenzione al polmone che tenderà a gonfiare in cottura. Lavare bene e scolare altrettanto bene. Preparare un classico soffritto di abbondante cipolla e uno spicchio d’aglio intero, peperoncino e aggiungete un mazzetto aromatico composto da alloro e salvia; rosoliamo la carne a fuoco alto per poi proseguire la cottura con un coperchio. Circa a metà cottura aggiungete poca uvetta precedentemente ammollata, vino bianco e poco aceto. Ultimate la cottura aggiustando di sale. Tagliate finemente i carciofi, infarinate setacciando la farina in eccesso, gettateli in olio ben caldo rendendoli croccanti per poi adagiarli sulla vostra coratella appena prima di impiattare. Per fare una finezza la possiamo accompagnare con un’insalatina di asparagi crudi, fave fresche decorticate, pomodorini conditi con olio extravergine, sale, pepe e mentuccia. Buon appetito. Tutto andrà bene”. 

ULTIME NEWS