Pubblicato il

Raccolta fondi per il San Paolo, ora si pensa ad un'ambulanza

Raccolta fondi per il San Paolo, ora si pensa ad un'ambulanza

CIVITAVECCHIA – Parte la terza fase della raccolta fondi per l’ospedale San Paolo di Civitavecchia ideata da Fabrizio Lungarini e si pensa ad un’ambulanza per il trasporto di pazienti.«La fase 3 – spiega Lungarini – inizia da un progetto pensato insieme a Pierluigi Miranda, sostenuto dalla sorella Ornella Miranda e sarà definito insieme ad Asl Roma 4 e Croce rossa italiana-comitato locale. Nessuno, in condizioni di indigenza, dovrà sostenere spese di trasporto verso ospedali che “giocoforza” dovranno specializzarsi sempre di più e rendere più frequenti gli spostamenti dei pazienti. Per questo vorremmo proporre di dedicare una moderna Ambulanza al servizio di emergenza e per il trasporto infermi, subordinando la nostra donazione alla condizione di un uso gratuito a chi non se lo può permettere». Un’iniziativa che ha permesso di raccogliere 131mila euro destinati all’acquisto di importanti apparecchiature per l’ospedale San Paolo e dispositivi di protezione per gli operatori sanitari del nosocomio e non solo, sono state donate tute e mascherine anche ad alcune Rsa del territorio. Il grande cuore dei civitavecchiesi ha consentito di raccogliere una cifra che non era possibile nemmeno immaginare all’avvio della raccolta. Grazie a contest e idee tutti si sono messi in gioco alzando sempre di più la posta in palio e il San Paolo, ma tutta la città, devono tanto a tutti coloro che hanno donato. Ora si pensa ad una fase tre e sul gruppo social della raccolta fondi è aperto un sondaggio per capire come muoversi nel futuro perché, che ci piaccia o no, c’è ancora molto da fare perché si possa uscire da questa emergenza che, nel male, ha mostrato che Civitavecchia può e vuole dare tanto a chi ne ha bisogno.

ULTIME NEWS