Pubblicato il

RSA, Tidei-Cavallari (IV): “Bene test sierologici, ma ora tamponi a tappeto”

RSA, Tidei-Cavallari (IV): “Bene test sierologici, ma ora tamponi a tappeto”

LAZIO – “Sosteniamo l’impegno che l’assessore alla Salute della Regione D’Amato ha assunto per implementare l’azione che la Regione sta portando avanti per prevenire e contrastare la diffusione del coronavirus. Bene, quindi, i trecentomila test sierologici previsti, iniziando dalle forze dell’ordine e il personale sanitario. Tuttavia, per le Rsa e le case di riposo del territorio regionale servono più tamponi possibili”.

A dichiararlo congiuntamente i consiglieri regionali di Italia Viva Marietta Tidei ed Enrico Cavallari. 

Secondo i due esponenti solo in questo modo è possibile accertare la dimensione di un fenomeno che va affrontato con il massimo impegno, per tutelare le condizioni degli ospiti di queste strutture e di tutti gli altri.

“I numeri dei contagi nel Lazio, – evidenziano – ci dicono che il Sistema sanitario regionale ha retto di fronte all’emergenza ma preoccupano ancora i cluster in diverse Rsa della Regione. Un incremento dei tamponi nelle Rsa e nelle case di riposo è quantomai necessario per migliorare i risultati conseguiti dalla Regione, che entro fine mese potranno portare la curva epidemica sotto il 2%, abbassando notevolmente il rischio contagio”.

ULTIME NEWS