Pubblicato il

Csp: avviati i tagli dei costi

Csp: avviati i tagli dei costi

Il presidente del Cda Antonio Carbone: "I vertici dannol'esempio. Adesso il piano industriale"


CIVITAVECCHIA – Piccoli grandi segnali. Così il presidente del Cda di Civitavecchia Servizi Pubblici definisce le iniziative legate al taglio dei costi attuate in questi giorni dalla società. In particolare proprio il cda ha ridotto sensibilmente i suoi compensi. “Dalla insostenibile somma di euro 629.574 per il biennio 2018/2019 – ha spiegato – gli attuali amministratori hanno ridotto i propri compensi a circa 67.000 euro attuali, circa 10 volte di meno. Ovvero i compensi ed i rimborsi spese (di cui si sta valutando anche la regolarità ) sono stati ridotti per circa 500.000 euro a biennio (250.000 euro in meno, all’anno). Per quanto riguarda i consulenti, stiamo provvedendo alla risoluzione di alcuni contratti eccessivamente onerosi, che sono costati alla società – con scelte, spesso opinabili, che hanno comportato un impegno di euro 471.181 nel biennio 2018 e 2019. In luogo delle costosissime figure esterne, abbiamo messo al lavoro alcuni dirigenti, accantonati senza motivo dai precedenti amministratori, con conseguente danno per l’azienda e stiamo quindi provvedendo con professionalità interne limitando al massimo i costi. I dirigenti hanno già mostrato piena disponibilità a rinunciare a parte della retribuzione e per questo vanno ringraziati. Con un piccolo sacrificio e con serietà e professionalità si può effettivamente ribaltare il trend e la gestione che ha caratterizzato gli ultimi anni della azienda comunale”.

Nel frattempo si sta lavorando ad un piano di risanamento per riportare una società solida, strutturata ed efficiente, “dopo il disastro gestionale degli ultimi due anni e mezzo. Il piano, come noto – ha aggiunto l’avvocato Carbone – sarà incentrato su una politica di incremento dei ricavi e sul contenimento dei costi in funzione della razionalizzazione dei servizi. Il piano sta prendendo forma e le prospettive appaiono piuttosto positive. Già dal 2021, se venissero recepite tutte le misure proposte, il bilancio di Csp potrebbe tornare in equilibrio nell’ambito di una società patrimonializzata e strutturata. Considerando anche il sostegno che sto ricevendo dal Sindaco e dal Comune, in generale – ha concluso – inizio ad essere leggermente più ottimista di qualche settimana fa”.

ULTIME NEWS