Pubblicato il

Cassa dei Depositi e Prestiti, ok al primo bilancio di sostenibilità

Cassa dei Depositi e Prestiti, ok al primo bilancio di sostenibilità

Con 34,6 miliardi di euro mobilitati il gruppo ha inciso per il 2,4% sul Pil nazionale: oltre 1200 i Comuni sostenuti


Grazie ai 34,6 miliardi di euro mobilitati il gruppo Cdp ha inciso per il 2,4% sul Pil. E’ quanto emerge dai dati contenuti nel primo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti al 31 dicembre 2019, approvato nell’ultimo Cda. 
CDP ha contribuito allo sviluppo del Paese lungo tre dimensioni. In primo luogo generando benefici economico-finanziari: grazie alla mobilitazione di 34,6 miliardi di risorse a favore del sistema, CDP ha inciso per il 2,4% del Pil nazionale: più di 1.220 i Comuni sostenuti, con una grande attenzione anche ai più piccoli (26% con meno di 2.000 abitanti), oltre 20.000 le imprese raggiunte che hanno favorito un fatturato addizionale lungo le filiere produttive pari a 85 miliardi di euro. Sul fronte dei benefici ambientali, oltre 350mila m3 riqualificati secondo i più alti standard di efficienza energetica, con un risparmio di suolo del 50% (grazie a riqualificazione di edifici esistenti) per interventi di social housing. Per quanto riguarda i benefici sociali, più di 600mila posti di lavoro creati o mantenuti, oltre 5.800 famiglie beneficiarie di interventi di social housing e di interventi post calamità naturali, più di 1.500 alloggi sociali e 1.600 posti letto in studentati, oltre 600 infrastrutture sociali finanziate, di cui 365 scuole. 
Con riferimento allo sviluppo infrastrutturale del Paese, nel 2019 Cdp ha riservato un’attenzione particolare allo sviluppo economico e sociale dei territori con la sottoscrizione di Piani Città con 4 Comuni (Genova, Napoli, Perugia, Torino) per favorire: la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica, l’edilizia sociale e scolastica e la riqualificazione urbana; a supporto dei progetti infrastrutturali a maggior impatto di sostenibilità, facendo leva anche sulle competenze industriali delle società partecipate, in ottica di sistema. In tal senso, sono stati sottoscritti 5 protocolli d’intesa finalizzati alla realizzazione di progetti infrastrutturali in ambito di transizione energetica, economia circolare, decarbonizzazione e ammodernamento delle strutture portuali.
Con l’obiettivo di sostenere l’innovazione e la ricerca, il Gruppo ha finanziato direttamente oltre 580 milioni di investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione delle imprese; acquistato la maggioranza di Cdp Venture Capital Sgr che ha come obiettivo la promozione e la gestione, diretta e attraverso fondi, di iniziative per far nascere e sviluppare start-up, investendo fino a 1 miliardo di euro.
Attenzione anche al basso impatto dell’ambiente di lavoro: nel corso del 2019 è stata ridotta del 4% l’intensità pro-capite delle emissioni Ghg (gas a effetto serra) di gruppo Cdp e sono state lanciate iniziative di sensibilizzazione interna. Tra queste: ‘Zero Plastica’ che ha portato all’eliminazione di 1,4 milioni di prodotti di plastica dalle sedi del gruppo (-12 tonnellate); ‘Paperless’, con la realizzazione di una dashboard stampe, la ‘Green Page’ per ogni dipendente (-50% di stampe equivalente a 1 tonnellata di carta risparmiata), la realizzazione della ‘Foresta Cdp’ (piantumazione di 110 alberi in Kenya e Sicilia per compensare la CO2 prodotta) e dei Paper Recycling days (15 tonnellate di carta riciclata).

ULTIME NEWS