Pubblicato il

«Tutti negativi i tamponi effettuati presso l’ex struttura  di Anni Verdi e alla Rsa Santa Marinella»

Lo conferma il sindaco Pietro Tidei che si dice soddisfatto dei protocolli adottati

Lo conferma il sindaco Pietro Tidei che si dice soddisfatto dei protocolli adottati


SANTA MARINELLA – Diminuiscono ogni giorno i positivi che sono in quarantena in casa. 
Dalle notizie emesse ieri dalla Asl Rm4, a Santa Marinella si contano ora solo 16 positivi, quindici in meno rispetto a quattro giorni fa. Un passo importante verso quota zero infettati, che consentirà ai residenti della Perla del Tirreno, dopo il 4 maggio, di poter uscire di casa senza il terrore di contrarre il coronavirus. 
Nei giorni scorsi, il sindaco, aveva annunciato dal suo profilo facebook, che la Asl Rm4 era impegnata nel fare i tamponi agli ospiti delle Rsa, al personale medico e alle Oss. 
«Ad oggi – dice Tidei – tutti i tamponi effettuati presso l’ex struttura di Anni Verdi e alla Rsa Santa Marinella sono risultati negativi».
In particolare nella residenza sanitaria assistenziale di Via Aurelia, grazie alla attuazione scrupolosa di un protocollo di prevenzione, non si è riscontrato fino ad oggi alcun caso di coronavirus. 
«Desidero ringraziare innanzitutto il personale medico, paramedico e ausiliario che ha dimostrato di saper prevenire il rischio e tener fuori dalla struttura questo maledetto flagello – sottolinea Daniele Pulcini, amministratore delegato del Gruppo Pulcini che ha il suo core business nelle costruzioni ma con una importante specializzazione anche nel ramo sanitario – siamo partiti dall’individuazione dei possibili punti di debolezza, attivandoci per disinnescarne la pericolosità». 
«È proprio grazie al lavoro di prevenzione – aggiunge il sindaco Pietro Tidei – che è stato possibile evitare ogni possibile contagio. Ci siamo puntigliosamente proposti di evitare che entrasse alcunché nell’Istituto, come oggetti persone o indumenti, e abbiamo eseguito vestizioni e svestizioni solo e sempre fuori e lontano dalla struttura. Questo percorso di sicurezza, assieme ai tamponi fatti a tutti i pazienti e a tutti i dipendenti, ci ha permesso di tenere alla larga il virus».
 

ULTIME NEWS