Pubblicato il

Coronavirus, due positivi e quattro guariti: calano i ricoveri al San Paolo

Coronavirus, due positivi e quattro guariti: calano i ricoveri al San Paolo

Test rapidi in loco e pazienti verso i centri: la ricetta della Asl Roma 4 per un ospedale non covid


CIVITAVECCHIA – Due nuovi positivi e quattro guariti a Civitavecchia. Sono i dati comunicati dalla Regione Lazio tramite il portale social “Salute Lazio” dopo la quotidiana videoconferenza della task force regionale per l’emergenza coronavirus, presieduta dall’assessore alla Sanità alla Pisana Alessio D’Amato. Un trend che rimane al ribasso, da notare il fatto che i nuovi casi siano tutti sul territorio e quindi sembrerebbero essere sotto controllo i focolai cittadini. Tra i quattro nuovi guariti c’è anche un operatore della Rsa Madonna del Rosario – uno dei cluster – mentre segnali positivi arrivano anche dall’ospedale San Paolo dove cala il numero di ricoverati nel reparto medicina covid. Ora i ricoverati sono 9 e “la situazione – ha spiegato il direttore Dea Marco Di Gennaro – è abbastanza regolare. Ci stiamo avviando verso il tentativo di tornare ad essere gradualmente un ospedale senza ricoverati covid”.

Per fare questo però sarà necessario trovare un’organizzazione corretta e una gestione dei pazienti ottimali. “Sicuramente – ha continuato Di Gennaro – sarà necessario che i positivi certi vadano direttamente nei centri dedicati, visto comunque il calo di pressione o che comunque se dovessero essere portati dei positivi al San Paolo dovrebbero essere mandati in questi centri dopo essere stati stabilizzati. Per un’operazione simile è necessario effettuare tamponi a tutti i pazienti”.

Proprio per questo l’ospedale si sta attrezzando da qualche tempo per effettuare tamponi rapidi e test sierologici in loco e ormai ci dovremmo essere. I reagenti ci sono “Stanno per arrivare i test e i tamponi. Poi bisognerà anche sanificare il reparto e fare in modo che gli operatori stiano a casa almeno due settimane e che ripetano i tamponi. Noi – ha concluso Di Gennaro – ci stiamo organizzando in questa maniera. Siamo sulla strada giusta”.

Dall’inizio dell’epidemia sono guarite 270 persone e sono stati effettuati 6539 tamponi. Al personale sanitario dell’intera Asl è stata effettuata la percentuale del 56,60%di tamponi sul totale del personale sanitario. 5694 persone sono in sorveglianza mentre 4409 sono uscite dalla sorveglianza.

Intanto, in tutto il Lazio, la nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ realizzata in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha registrato oltre 91 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.600 medici di famiglia e 330 pediatri di libera scelta collegati.

ULTIME NEWS