Pubblicato il

«Avremmo potuto adottare la gestione  diretta  da parte del Comune  e realizzare una spiaggia libera con servizi»

STABILIMENTO Perla del Tirreno: Pcv contesta il bando 
 

STABILIMENTO Perla del Tirreno: Pcv contesta il bando 
 


SANTA MARINELLA – “In questa situazione difficile, resa ancora più critica dalle incertezze che gravano sul futuro economico e sociale, i provvedimenti dell’amministrazione mostrano nuovamente il vuoto assoluto in termini di idee e buone pratiche. L’epidemia in corso ha già messo in ginocchio il settore produttivo, la necessità di affrontare correttamente la prossima stagione estiva, quindi, avrebbe richiesto analisi, programmazione e strategia per rendere la nostra località più sicura, accogliente e attrattiva in funzione di un turismo che ci aspettiamo intimorito dalla criticità della situazione”. Questo il prologo del leader della lista civica Il Paese che Vorrei Lorenzo Casella, che interviene sulla questione dello stabilimento balneare comunale. “E invece, arriva il solito bando per la Perla del Tirreno – continua Casella – senza regole per una corretta gestione, senza standard di riferimento per l’occupazione dell’arenile, senza politiche di prezzo, senza alcuna indicazione che possa vincolare il gestore alla qualità e al rispetto per l’importanza che questo bene riveste per la nostra ricettività turistica. Nel caso specifico della Perla del Tirreno, avremmo potuto adottare la gestione diretta da parte del Comune e realizzare una spiaggia libera con servizi. Così, se da un lato avremmo rinunciato al possibile incasso per la locazione, dall’altro avremmo avuto il guadagno relativo ai proventi dalla gestione dei servizi e delle attrezzature. Avremmo potuto trasformare gli aspetti critici di questa particolare situazione nell’opportunità di realizzare un progetto di destagionalizzazione tramite la diversificazione dei servizi offerti e la ricerca dell’efficienza gestionale. Ciò avrebbe creato nuovi posti di lavoro e consentito di mettere in pratica un modello di valorizzazione del bene comune mirato alla ricerca dell’eccellenza nella qualità dell’offerta turistica”. 
 

ULTIME NEWS