Pubblicato il

«Bonus affitto, la Regione stanzia i fondi ma il Comune è in ritardo»

«Bonus affitto, la Regione stanzia i fondi ma il Comune è in ritardo»

Sharon Carminelli, Ramona Vittori e Mario Curi  bacchettano la giunta Landi


TOLFA – “Bonus affitti: la Regione Lazio stanzia i fondi, ma il nostro Comune è in ritardo. Noi intanto rinunciamo ai nostri gettoni di presenza per devolverli a chi ha più bisogno”. 
A parlare la segretaria del Pd di Tolfa e consigliera comunale di opposizione del gruppo Tolfacambia, Sharon Carminelli e i due consiglieri di opposizione Ramona Vittori e Mario Curi (entrambi del gruppo Tolfacambia) che bacchettano la giunta Landi perché ”in ritardo sulla questione dei bonus affitto”. 

“La Regione Lazio aiuta chi è in difficoltà a pagare l’affitto – spiegano Vittoti, Carminelli e Curi – quindi è per studenti e lavoratori autonomi e dipendenti che hanno un reddito inferiore a 7mila euro trimestrali; per coloro che hanno subito una riduzione del reddito familiare del 30% a causa dell’emergenza COVID-19; per quelli che hanno un regolare contratto di affitto. Il contributo copre, infatti, il 40% fino a 3 mensilità del costo dell’affitto. Basta presentare un’autocertificazione della propria situazione economica nel periodo indicato e fare domanda al proprio Comune. Il Comune raccoglierà la documentazione e stilerà la graduatoria entro 45 giorni per poi assegnare direttamente le risorse. Purtroppo a Tolfa, nonostante questa misura della Regione sia stata varata da circa 15 giorni, non è ancora possibile fare la domanda, infatti l’avviso pubblico sembrerebbe sarà disponibile sul sito del Comune di Tolfa soltanto dalla prossima settimana. Questi ritardi, in un momento del genere, non sono sopportabili. Ma il sindaco è un uomo perlopiù solo al comando, data la latitanza della maggior parte della sua maggioranza e vista la mancanza di deleghe importanti, difficilmente può riuscire a gestire tutto da solo. Se il sindaco non ha una maggioranza in grado di lavorare, si faccia due domande. Intanto per dare un piccolo contributo ai nostri concittadini come gruppo Pd, rinunciamo ai nostri gettoni di presenza per devolverli a chi ha più bisogno. Ci aspettiamo che gli assessori facciano lo stesso” . 
 

ULTIME NEWS