Pubblicato il

Coronavirus, il trend rimane stabile e si punta al “covid free”

Coronavirus, il trend rimane stabile e si punta al “covid free”

Solo un caso sul territorio e cinque guariti. La Asl Roma 4 al lavoro sulla fase 2


CIVITAVECCHIA – Rimane stabile il trend sui nuovi casi di covid19 a Civitavecchia con un solo positivo nella giornata di ieri e la Asl Roma 4 punta al “covid free”. Inoltre in città sono guarite cinque persone, sia il caso positivo che i guariti sono tutti sul territorio. Un dato importante perché sembrerebbe confermare il fatto che il contagio nel terzo focolaio cittadino, quello della Rsa Bellosguardo, sia stato arginato dalle misure messe in campo come ad esempio il cordone sanitario, ancora attivo. Proprio nella struttura, intanto, è in corso uno dei due audit che sta tenendo la Asl Roma 4 in collaborazione con il Seresmi.

«C’è stata una prima videoconferenza con il gruppo audit aziendale, rappresentanti della Regione e della struttura – ha spiegato il direttore sanitario della Asl Roma 4 Carmela Matera – e abbiamo acquisito diversi documenti, ora bisognerà acquisirne di ulteriore e poi ci sarà una riunione finale a breve per valutare se sarà necessario andare avanti con l’audit o se il materiale raccolto è sufficiente». Ma la Asl Roma 4 pensa anche alla fase 2, quella che dovrebbe partire tra pochi giorni. «Il nostro orientamento – ha continuato Matera – è quello di riuscire a rientrare come covid free. Per fare questo però è necessario un programma dettagliato che dobbiamo studiare insieme alla Regione».

L’azienda, come già spiegato nei giorni scorsi dal direttore generale Giuseppe Quintavalle e dal direttore Dea Marco Di Gennaro, vuole un ospedale San Paolo libero dal covid, per fare questo però sarà necessario che si negativizzino altri pazienti del reparto di medicina covid. Niente di impossibile se il trend di questi giorni si mantiene stabile. «Ovviamente – ha concluso Matera – è una cosa subordinata al fatto che le azioni vanno concordate con la Regione, ma l’obiettivo è questo». Per facilitare questo traguardo l’ospedale si è attrezzato per effettuare tamponi rapidi e test sierologici in loco, stando alle ultime dichiarazioni mancherebbero soltanto i tamponi necessari. Un tassello importante perché consentirebbe di individuare, tramite i test rapidi, eventuali positivi con tempestività mentre i test sierologici sono utili per effettuare indagini epidemiologiche e scoprire quante persone sono state effettivamente a contatto con il covid19, una malattia di cui si conosce ancora relativamente poco e per cui ogni dato raccolto è fondamentale.

ULTIME NEWS