Pubblicato il

Dolore e sconcerto per la prematura scomparsa del professore di teatro e spettacolo che si è spento all’età di 41 anni Unitus in lutto per la morte di Vincenzo Del Gaudio

Unitus in lutto per la morte di Vincenzo Del Gaudio

E' stato trovato privo di vita a Roma nella camera d'albergo in cui alloggiava

L’università della Tuscia è in lutto per la scomparsa prematura di un giovane docente. Si tratta di Vincenzo Del Gaudio, professore di teatro e spettacolo all’Unitus, morto a soli 41 anni. E’ lo stesso dipartimento in cui ha insegnato a darne la notizia.«Con profondo dispiacere – scrive il dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo dell’Università della Tuscia – comunichiamo la prematura scomparsa del professore Vincenzo Del Glaudio, professore associato di sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’università E-Campus. Docente particolarmente apprezzato da tutti gli studenti, ha insegnato storia del teatro e dello spettacolo presso il nostro dipartimento dal 2019 ad oggi». L’Unitus lo descrive come «ricercatore brillante e versatile, Vincenzo si è occupato di storia, sociologia, teatro e media digitali, con particolare riferimento alle logiche della rimediazione».«Alla famiglia e ai colleghi più vicini vanno le nostre più sentite condoglianze», conclude il post del dipartimento Disucom dell’Unitus. Originario di Gragnano, Del Gaudio ora era all’Università di Salerno. Pare che in questi giorni si trovasse a Roma per un convegno e che sia stato colto da malore mentre era nella camera in cui alloggiava. Non appena si è appresa la notizia della sua morte sono state numerose le testimonianze di cordoglio. «Era una persona rara – lo ricorda un amico – passava dal tragico al comico in un lampo e nel mezzo trovava Hegel e Rimbaud che giocavano a dama. Non era per niente ordinario assolutamente geniale e privo di qualsiasi sbruffoneria. Sapeva e sentiva davvero. E spesso abbiamo dialogato sui miei lavori in teatro, ne ha scritto, ci siamo confrontati e ho imparato molto da lui».