Pubblicato il

“Sharing mobility”, i primi monopattini già danneggiati

“Sharing mobility”, i primi monopattini già danneggiati

LADISPOLI – Uno vandalizzato e smontato in vari pezzi, altri gettati a terra in mezzo alla strada. E poi tante segnalazioni dei cittadini perché i nuovi monopattini distribuiti sul territorio sono stati posizionati anche sui marciapiedi sporchi e ...

Condividi

LADISPOLI – Uno vandalizzato e smontato in vari pezzi, altri gettati a terra in mezzo alla strada. E poi tante segnalazioni dei cittadini perché i nuovi monopattini distribuiti sul territorio sono stati posizionati anche sui marciapiedi sporchi e pieni di erbacce suscitando l’ilarità ma anche le presa di posizione di centinaia di residenti che invocano maggiore pulizia da parte dell’amministrazione comunale. Per un bilancio ovviamente bisognerà attendere almeno il periodo estivo strapieno di villeggianti e residenti che vorranno muoversi in libertà dopo l’accordo tra il comune ladispolano e la società Bird in virtù del quale sono stati messi a disposizione dell’utenza circa 200 monopattini al Cerreto, al Faro, al Miami e nei pressi dello scalo ferroviario. Intanto però le solite teste calde hanno creato i primi danni. Un monopattino già è ko e sul fatto indaga la Polizia locale di Ladispoli. Per accedere al servizio di “Sharing mobility” sarà sufficiente scaricare sul telefonino l’app targata “Bird” dove sono disponibili per altro anche le informazioni sui costi di noleggio e dove si può creare il proprio profilo utente. Giunta comunale che in futuro punterà anche sul bike sharing, o meglio ci riproverà, come confermato tempo fa da Veronica De Santis, assessore ai Lavori pubblici, dopo un progetto avviato anni fa che non ha dato i frutti sperati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS