Pubblicato il

L’Amministrazione fa il bis: aiuti economici a una società sportiva

L’Amministrazione fa il bis: aiuti economici a una società sportiva

L’amministrazione comunale fa il bis. Dopo aver sostenuto economicamente e in modo straordinario, la trasferta fuori dai confini italiani di due bodybuilder civitavecchiesi, si ripete con una squadra di pallanuoto; a evidenziarlo è il Movimento 5 ...

Condividi

L’amministrazione comunale fa il bis. Dopo aver sostenuto economicamente e in modo straordinario, la trasferta fuori dai confini italiani di due bodybuilder civitavecchiesi, si ripete con una squadra di pallanuoto; a evidenziarlo è il Movimento 5 Stelle con un comunicato: «Abbiamo letto con stupore la delibera 105 del 09/06/23 con cui la Giunta Tedesco dà indirizzo di pagare parte della trasferta di una prima squadra sportiva che tenta il salto di categoria. Ovviamente auguriamo ogni successo alla società in questione, ma è evidente che l”amministrazione comunale non può permettersi di finanziare le trasferte di tutte le prime squadre cittadine, che da decenni ogni domenica si pagano da soli trasporto, alloggio e quanto necessario. Pensiamo a cosa accadrebbe se le squadre di ginnastica artistica, calcio, pallavolo, basket, pallanuoto maschile, hockey, karate, vela, windsurf e tutte le discipline sportive che raggiungono grandissimi risultati sportivi, portando anche all’ estero il nome della nostra città, chiedessero al comune di pagare le loro trasferte? È ovvio che il Comune non se lo possa permettere, così come è ovvio che finanziamenti del genere sarebbe giusto che passassero da avvisi pubblici, proprio per non creare spiacevoli precedenti di disparità di trattamento che non fanno bene a tutto lo sport cittadino. Alla luce della delibera in questione, invitiamo tutte le società sportive di Civitavecchia che affrontano trasferte interregionali a chiedere un finanziamento al Comune visto il precedente creatosi».

Un gesto nobile quello dell’amministrazione Tedesco, ma al netto dell’appartenenza politica non si può dare torto al M5S. Ora le società sportive hanno tutto il diritto, almeno dal punto di vista morale, di farsi avanti e chiedere sostegno al Comune, il quale, sempre e solo dal punto di vista morale, avrebbe l’obbligo di tendere una mano a tutti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS