Pubblicato il

Infiorata Tarquinia, la più bella di sempre La Stas si aggiudica il terzo premio

Infiorata Tarquinia, la più bella di sempre La Stas si aggiudica il terzo premio

Il disegno floreale è dell’artista Marcello Silvestri. Soddisfatta la presidente Alessandra Sileoni

Condividi

TARQUINIA – È stata definita da tutti l’infiorata più bella di sempre. I quadri realizzati dai vari gruppi in occasione della “Notte dei Fiori”, tra gli eventi organizzati a Tarquinia per le celebrazioni del Corpus Domini, erano infatti uno più colorato ed elaborato dell’altro, tanto da rendere difficile la scelta dei premi. Il primo premio è andato alla Croce rossa; il secondo ai Devoti della Madonna di Valverde; mentre il terzo premio è stato assegnato alla Stas. Proprio dalla Società tarquiniense di arte e storia arrivano le spiegazioni sul disegno floreale risultato tra i vincitori. «E’ del maestro Marcello Silvestri il disegno dal titolo “Sacra Composizione” con cui la Stas si è aggiudicata la terza posizione», rivelano dalla Stas. Il premio in denaro ricevuto sarà devoluto in beneficenza, sottolinea la presidente Alessandra Sileoni. Il disegno originale, dopo essere stato autografato, è stato donato alla Stas per essere esposto nella sede di palazzo dei Priori. L’autore del bozzetto viene rivelato solo ora per volontà dell’artista, veronese di nascita e tarquiniese d’adozione, che ha fatto di questo territorio luogo di vita e ispirazione. “Un primo sentito ringraziamento dobbiamo rivolgerlo al maestro Silvestri – affermano dalla Stas -. La sua arte mistica si basa su un linguaggio universale per esprimere tramite le opere la spiritualità e il simbolismo della tradizione ebraico-cristiana, nessun altro artista sarebbe riuscito a tradurre la Parola in maniera tanto efficace, accogliendo prontamente la nostra richiesta”. Il tema prescelto tra quelli proposti nell’avviso era “Eucarestia e la Croce”: le Mani che spezzano il pane sono da sempre un segno eucaristico. Nel disegno, a un palo verticale si reggono i tralci o diramazioni di una vite con rami orizzontali che suggeriscono la croce. La vite è altresì simbolica del vino. Questa la lettura dell’opera trascritta sul pavimento stradale dal consigliere della Stas Fabio Castelli, che ha partecipato alla realizzazione del tappeto di fiori con la presidente Alessandra Sileoni e il consigliere Daniele Scalet. “È la prima volta che partecipiamo alle celebrazioni del Corpus Domini e non ci saremmo aspettati un tale slancio da parte di soci e simpatizzanti, a cui siamo riconoscenti per la preziosa collaborazione – concludono dalla Stas -. Un grazie va infine alla Diocesi di Civitavecchia e Tarquinia e al Comune per averci coinvolto e, per l’aiuto, all’Azienda vitivinicola Terre Giorgini, alla pasticceria Cimoroni e al Cin Cin Bar”.


Condividi

ULTIME NEWS