Pubblicato il

Focene, cambia “all’improvviso” la viabilità

Focene, cambia “all’improvviso” la viabilità

Uno stravolgimento che i residenti sapevano dovesse arrivave , ma non così

Condividi

FIUMICINO – Cambia la viabilità e gli automobilisti vanno in “tilt”: dopo mesi di lavori fermi riprende il cantiere su via Coccia di Morto, all’altezza di Focene. Un cantiere che sembrava abbandonato è stato rimesso in moto, così da completare quello che era stato annunciato come una rivoluzione delle modalità di circolazione dei veicoli. Uno stravolgimento “improvviso” che i residenti sapevano dovesse arrivare prima o poi, ma non così, da un momento all’altro. Nel dicembre 2022 la precedente Amministrazione aveva dichiarato in vigore il cambio di viabilità, nell’ambito della realizzazione di due nuove rotatorie, ma gli interventi non erano ancora stati completati. Fino a qualche giorno fa, infatti, sull’unica carreggiata in direzione Fiumicino era in vigore il doppio senso di marcia, mentre quella in direzione Focene/Fregene era chiusa. Quest’ultima era stata interessata da interventi che hanno coinvolto anche le fermate del bus, recando non pochi disagi perché una di esse era all’interno del cantiere stesso. Tale viabilità è stata mantenuta, nonostante i lavori diventarono “fantasma”. Nulla ancora quindi, per le effettive novità riguardanti la circolazione. Poi la doccia fredda… per chi ha percorso Coccia di Morto di sera, l’arrivo a Focene è stato pericoloso: entrambe le rotatorie sono entrate in funzione, le carreggiate sono ritornate due (una per ciascun senso di marcia). Per entrare dentro Focene, si deve passere per via dei Polpi usando la prima piccola rotatoria, oppure arrivare fino alla seconda che si trova all’intersezione tra via Consorzio Focense e via Coccia di Morto. Da lì si può proseguire per entrare a Focene nord, oppure tornare indietro sulla carreggiata in direzione Fiumicino, dove si potrà poi svoltare (oltre che in via Consorzio Focense) anche in via delle Pinne e via dei Nautili. Altra variazione riguarda via delle Patelle: il senso unico è rimasto invariato, da lì si può, quindi, solo uscire da Focene, ma per immettersi su via Coccia di Morto è obbligatorio svoltare a destra, come indicato dall’apposito cartello. Ma la segnaletica orizzontale è ancora in corso di completamento. Alcuni automobilisti hanno disagi nel circolare, rischiando anche degli incidenti frontali. E’ esplosa poi la rabbia sui social dove i residenti in allarme hanno dato la notizia del cambio viabilità: «Ho appena rischiato un frontale con un’auto che ha saltato la nuova rotatoria…», si legge in un post. «Da incoscienti chiunque sia stato a far aprire i due sensi di marcia senza neanche mettere un avviso, che aspettano che ci scappi qualche incidente?», si legge ancora. Una situazione che potrebbe diventare ancora più pericolosa in piena notte, quando la viabilità è già limitata. Per non parlare della preoccupazione per la probabile ripercussione sul traffico locale: Focene nei weekend d’estate diventa una “giungla” fatta di parcheggio selvaggio e code chilometriche. La paura dei residenti è anche questa: che il traffico possa peggiorare, paralizzando la circolazione e creando ancora più disagi. Per capire come si sia arrivati a questa nuova viabilità, dobbiamo, però, fare un passo indietro. Su quello stesso tratto di via Coccia di Morto all’altezza di Focene erano stati costruiti degli spartitraffico, con segnalazioni luminose che però, secondo alcuni residenti, non erano segnalati al meglio e considerati pericolosi per le automobili. Successivamente tali spartitraffico sono stati completamente distrutti ed è stata sollevata la polemica sul fatto che si potesse trattare di «uno spreco di soldi pubblici»: lamentele alle quali l’allora Assessore ai Lavori Pubblici rispose giustificando l’opera come «una soluzione provvisoria per la messa in sicurezza dei pedoni, in attesa dei lavori di realizzazione delle rotatorie». Spariti gli spartitraffico, è stato aperto il cantiere : un’unica carreggiata a doppio senso di marcia e la fermata pericolosa per chi aspetta l’autobus. Dopo lo spostamento di quest’ultima (ricollocata a ridosso della carreggiata in direzione Focene Nord/Fregene), i lavori si erano fermati e non è stato più visto nessun operaio. Eppure, i segnali indicavano ancora lavori in corso e il limite di velocità ridotto per lo svolgimento di essi, creando disagi e pericoli sia per i pedoni che gli automobilisti . Ora gli interventi sembrano essere quasi giunti al termine, tra favorevoli, contrari o semplicemente preoccupati delle conseguenze che potrebbe avere la nuova viabilità (in peggio, oppure in meglio), ma questo si vedrà in questi giorni.


Condividi

ULTIME NEWS