Pubblicato il

Salvini “Nuovo Codice della strada? Obiettivo sia norma entro autunno”

Salvini “Nuovo Codice della strada? Obiettivo sia norma entro autunno”

ROMA (ITALPRESS) – “Sono contento che il Consiglio dei ministri abbia dato il via libera al provvedimento” sul nuovo codice della strada “che potrà essere arricchito in Parlamento: l’obiettivo è che sia ...

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “Sono contento che il Consiglio dei ministri abbia dato il via libera al provvedimento” sul nuovo codice della strada “che potrà essere arricchito in Parlamento: l’obiettivo è che sia norma entro l’autunno”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, nel corso della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. Il provvedimento prevede un “assoluto giro di vite con la tolleranza zero su chi guida in stato di ubriachezza e sotto l’effetto di droghe: chiunque venga trovato positivo al test antidroga” subirà “la revoca della patente fino a 3 anni”.
Per quanto riguarda i monopattini, “saranno disattivati e impossibili da usare fuori dal perimetro urbano: ci sarà un limite di velocità e ci saranno il casco e l’assicurazione obbligatoria”, ha spiegato Salvini. “Sulla velocità dei monopattini, quelli in sharing già ce l’hanno controllata”, ha sottolineato, però chi compra un monopattino può “andare alla velocità che vuole, anche in tangenziale”, una cosa “assolutamente folle, sia per chi lo guida, sia per gli altri. Contiamo che torni un pò di ordine” anche sui “marciapiedi di Roma, di Milano e delle grandi città dove si deve fare la gimkana fra i mezzi abbandonati”.
Per quanto riguarda le biciclette, “non c’è nessun obbligo in più per i ciclisti rispetto alla normativa”, ha detto Salvini. “Con la polizia stradale, stiamo studiando una distanza di sicurezza sotto la quale non è possibile superare le biciclette”, ha aggiunto.
“Sull’utilizzo del cellulare alla guida non ci sarà solo la decurtazione dei punti dalla patente, ma ci sarà la sospensione”, ha sottolineato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti. “Il 15% degli incidenti è figlio della distrazione” dovuta alle “chat e ai whatsapp”, ha ricordato.
credit photo agenziafotogramma.it
(ITALPRESS).


Condividi

ULTIME NEWS