Pubblicato il

Chioschi senza bagnini, scattano le multe

Chioschi senza bagnini, scattano le multe

Occhi puntati anche sulle spiagge libere ancora sguarnite di assistenti

Condividi

LADISPOLI – Erano stati annunciati e, puntuali, sono arrivati i nuovi controlli nel week end della Capitaneria di porto di Ladispoli-Marina San Nicola. Marinai che, agli ordini del comandante, Cristian Vitale, hanno elevato un verbale da mille euro al titolare di un chiosco che aveva affittato lettini senza però garantire l’assistenza bagnanti. La guardia costiera ha notificato il verbale perché il gestore non aveva stipulato alcuna convenzione regionale in base al regolamento 19 del 2016 garantendo quindi il bagnino ai fruitori della spiaggia. Per i militari infatti anche un’attività come un chiosco, senza convenzione, va ad occupare porzioni di demanio marittimo costringendo di fatto altri cittadini a non poter usufruire della stesso arenile. Questo per scongiurare – è la finalità della Capitaneria – privatizzazioni selvagge delle spiagge libere. Dopo la sanzione, nel caso venisse reiterata l’occupazione senza convenzione, potrebbe scattare il sequestro giudiziario. In queste ore non si parla solo di strutture sul demanio marittimo ma delle spiagge libere che non sono sorvegliate da assistenti. Il comune di Ladispoli si è attivato garantendo in estate la presenza di bagnini in almeno sei aree strategiche della costa. Lo stesso non ha fatto ancora il comune cerveterano nonostante la scorsa settimana si sia sfiorata la tragedia su una spiaggia libera di via Navigatori Etruschi nella frazione di Campo di Mare. Due bambini ucraini, fratello e sorella, sono stati tratti in salvo dal bagnino dello stabilimento Ocean Surf.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS