Pubblicato il

«Per crescere ognuno deve avere il suo compito, come in un’azienda»

«Per crescere ognuno deve avere il suo compito, come in un’azienda»

Nel Cerveteri, pronto alla stagione 2023/24 non c'è solo la prima squadra, c'è anche il desiderio di creare un grande settore giovanile, un polo calcistico che assuma i connotati da leader nel territorio. Cerveteri ambisce a salire sul podio, a ...

Condividi

Nel Cerveteri, pronto alla stagione 2023/24 non c’è solo la prima squadra, c’è anche il desiderio di creare un grande settore giovanile, un polo calcistico che assuma i connotati da leader nel territorio. Cerveteri ambisce a salire sul podio, a riprendersi quello che gli spetta.

«Io sono giovane, sto conoscendo la storia di questo club grazie a tanti racconti e foto. E mi rendo conto ora di avere delle grandi responsabilità. Siamo una famiglia, più che una società. Lavoriamo come se fossimo in un’azienda, a ognuno il suo compito, perchè se vogliamo crescere è così che dobbiamo fare – ha detto Andrea Lupi».

Sul mancato ripescaggio, la delusione è minima. «Sì, purtroppo non siamo stati ripescati in Eccellenza, ma non ne facciamo un dramma. Partiamo carichi, motivati al massimo per riprenderci la categoria. La squadra è stata costruita per i vertici della classifca, in tre anni vogliamo risalire in Eccellenza. Chisssà se questo sarà l’anno giusto».

Intanto dall’undici agosto la squadra sarà sul campo Galli per la preparazione e lo stesso giorno saranno presentati anche i neo arrivati. A quelli già presi potrebbero aggiursene altri, anche se per Superchi la squadra è al completo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS