Pubblicato il

«A Montalto traballa la maggioranza, lo scossone è talmente forte che il pentastellato non tiene la pressione, molla tutto e va all’opposizione»

«A Montalto traballa la maggioranza, lo scossone è talmente forte che il pentastellato non tiene la pressione, molla tutto e va all’opposizione»

Anche la consigliera d’opposizione Elisabetta Puddu commenta la crisi di maggioranza culminata con le dimissioni di Corniglia

Condividi

MONTALTO – Prosegue il dibattito politico a Montalto di Castro dopo le dimissioni dell’assessore Francesco Corniglia. Stavolta a prendere la parola è la consigliera comunale Elisabetta Puddu che si domanda subito «Le idee in comune sono ancora in comune?»

«L’inizio della fine è l’ennesimo post fuori luogo di Francesco Corniglia, che da assessore ai Lavori pubblici “per colpa di una mela marcia” annuncia pubblicamente che sta per mollare», afferma la Puddu certa che «la maggioranza traballa». «Lo scossone – dice la consigliera -è talmente forte che il pentastellato non tiene la pressione, molla tutto e va all’opposizione». «La Sindaca tenta invano, se non anche maldestramente, di coprire le carte – prosegue Elisabetta Puddu – ma lui molla tutto e torna all’opposizione, senza assunzioni di responsabilità, la colpa è di quella mela, perciò basta così, lascia le sue cariche e la maggioranza. Volano stracci, la discussione è rimandata al prossimo consiglio comunale, ma nel frattempo lui già si attacca ad una data scritta a pennarello. Fatto sta che a distanza di poco più di un anno le idee in comune sembrano non essere più così in comune, e Francesco Corniglia, fondatore del gruppo, scelto liberamente e volontariamente per affrontare la campagna elettorale, lui che avrebbe fatto tutto, fino a due anni fa, dai banchi dell’opposizione, oggi, con l’assessorato più importante e soldi da spendere sul suo capitolo, se ne va». «Do il benvenuto al consigliere Corniglia dagli scranni dell’opposizione – aggiunge la Puddu – pronta ad un giudizio equo, appena avrò contezza dagli interessati, di quanto accaduto. Cosa succederà adesso? Qualcunaltro prenderà posizione a favore o contro? Oppure si continuerà a stare nel limbo del pensiero? Aspettiamo con impazienza gli eventi, con la speranza che non ci vada di mezzo la nostra Montalto».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS