Pubblicato il

Dopo tanta attesa e trepidazione si conoscerà finalmente quale sarà l’opera vincitrice dalla V edizione Premio letterario “Femminile, plurale”: domani la serata conclusiva

Dopo tanta attesa e trepidazione si conoscerà finalmente quale sarà l’opera vincitrice dalla V edizione Premio letterario “Femminile, plurale”: domani la serata conclusiva

ALLUMIERE - Dopo quasi 365 giorni ad Allumiere torna il grande e imperdibile appuntamento della serata finale del Premio Letterario "Femminile, Plurale, Allumiere". La serata di premiazione si svolgerà sabato 26 agosto a partire dalle ore 21, ...

Condividi

ALLUMIERE – Dopo quasi 365 giorni ad Allumiere torna il grande e imperdibile appuntamento della serata finale del Premio Letterario “Femminile, Plurale, Allumiere”.

La serata di premiazione si svolgerà sabato 26 agosto a partire dalle ore 21, presso il Giardino del Risanamento. “Avremo – spiegano dalla neonata associazione Femminile Plurale – la possibilità di approfondire il punto di vista delle scrittrici finaliste, ascoltare la lettura di alcuni passi scelti delle loro opere, a cura di Daniela Tartaglione, e ampliare lo sguardo su di esse attraverso l’analisi delle Giuria delle Esperte”. La serata, condotta da Brunella Franceschini, sarà accompagnata dalle musiche del “Trio Letterario”. Dopo tanta attesa e trepidazione si conoscerà finalmente quale sarà l’opera vincitrice dalla V edizione di “Femminile, Plurale Premio Letterario Allumiere, all’interno della terzina selezionata: “Domani Interrogo” di Gaja Cenciarelli (Marsilio). “L’equilibrio delle lucciole” di Valeria Tron (Salani). “Tutto il bene, tutto il male” di Carola Carulli (Salani). Per assistere a questa bella serata l’ingresso sará libero. Un motivo in più per partecipare a questa bellissima serata finale è la grande ospite della manifestazione che sarà presente e che lancerà importanti messaggi.

L’ospite d’onore di quest’anno è Stefania Spanò, in arte Anarkikka, illustrAutrice, vignettista, attivista femminista, esperta di comunicazione. Anarkikka realizza campagne sociali e progetti illustrati che raccontano di diritti negati e sofferenze umane; fotografa con ironia il disagio, ponendo l’accento in particolare sulle problematiche femminili e pubblica le sue vignette sul blog de l’Espresso.it e tutti suoi lavori sulle sue pagine social Facebook e Instagram. Le sue tavole sono esposte in mostre itineranti presso Comuni, Regioni, scuole, associazioni, Centri Antiviolenza: “È nata donna” (2011), sulle discriminazioni sulle donne; “Violenza assistita: (2015), sui bambini che assistono alla violenza; “Non chiamatelo raptus” (2016), la mostra delle sue vignette contro la violenza sulle donne e il linguaggio dei media, aggiornata ogni anno. Dal 2012 porta avanti decine di collaborazioni con Enti, Associazioni, CPO e Centri AntiViolenza, come CGIL e ANPI. Nel 2021 ha pubblicato per People Editore, “Smettetela di farci la festa. Di discriminazioni in genere”, il suo primo libro per immagini e testi, di cui ha curato i testi e l’intera realizzazione grafico/illustrata. L’anno successivo, in occasione dell’8 marzo, “Smettetela di farci la festa” è diventata una mostra di illustrazioni. Nello stesso 2021 per Einaudi ha realizzato la copertina e le illustrazioni del libro “Stai zitta” di Michela Murgia. Nel 2022 l’Ass. Differenza Donna lleha riconosciuto l’Award 2022 per mettere il proprio talento al servizio del femminismo e della libertà delle donne. Nel 2023 ha iniziato la sua collaborazione con il quotidiano “La Svolta”. “Siamo convinti che la cultura si esprima anche nella capacità di esplorare e apprezzare forme artistiche diverse, facendole interagire e comunicare tra loro nella comune ricerca di senso e di bellezza – spiegano dall’associazione Femminile, plurale quest’anno abbiamo pensato di ospitare nel corso della serata di premiazione Anarkikka, al secolo Stefania Spanò” dichiara il gruppo di “Femminile, plurale”, “quindi, dopo aver avuto con noi autrici e cantautrici, ecco dunque un’illustrAutrice e non solo”. La seconda superiore ospite della serata sarà Matilde D’Errico. Regista, scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, Matilde D’Errico ha ideato i programmi RAI “Amore criminale” e “Sopravvissute”. “Siamo molto felici e onorati della sua partecipazione – concludono gli organizzatori – vi aspettiamo sabato, l’attesa è quasi conclusa”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS