Pubblicato il

È tempo di salire in sella… é tempo per il creato

È tempo di salire in sella… é tempo per il creato

Oggi le parrocchie della Diocesi si riuniranno grazie alla staffetta ciclistica: una passeggiata che attraverserà le comunità nella consegna dell’enciclica “Fratelli Tutti”

Condividi

TARQUINIA – È tempo di salire in sella é tempo per il creato. Oggi le parrocchie della Diocesi Civitavecchia Tarquinia si riuniranno grazie alla staffetta ciclistica «Alzati & Pedala», una passeggiata ecologica che attraverserà le varie comunità, nella consegna dell’enciclica “Fratelli Tutti”.

La partenza è prevista per le ore 14,30 con tre differenti itinerari che convergeranno, al termine del percorso, nella chiesa cattedrale per la preghiera finale. Da Tarquinia si partirà in piazza Duomo dove, oltre alle parrocchie della città, prenderanno il via anche quelle di Monte Romano, Montalto di Castro e Pescia Romana, per proseguire verso la parrocchia di Maria S.ma Stella del Mare al Lido, Santa Maria della Consolazione e Sant’Agostino e San Pietro ad Aurelia.

Il secondo itinerario partirà invece dalla chiesa di Sant’Egidio a Tolfa, verso Santa Maria Assunta ad Allumiere. Una lunga discesa porterà gli staffettisti nella parrocchia di San Liborio a Civitavecchia per proseguire verso la Santissima Trinità, San Felice da Cantalice, San Pio X e la Chiesa Evangelica Battista.

Il terzo percorso è invece interno a Civitavecchia e partirà dalla Chiesa di Gesù Divino lavoratore per unire le parrocchie del Sacro Cuore, San Francesco di Paola, Sacra Famiglia, San Giuseppe a Campo dell’Oro, San Gordiano e Santi Martiri Giapponesi.

Un’analoga staffetta, che si svolgerà in più giorni, vedrà inoltre impegnate le comunità parrocchiali nella Diocesi Suburbicaria di Porto-Santa Rufina.

L’appuntamento finale, per tutti, è per il 23 settembre alle ore 18,30, alla Terrazza del Porticciolo di Santa Marinella, dove si terrà un momento di preghiera ecumenica. Seguirà alle 20,30, nella Chiesa di San Giuseppe, il musical “La notte di Greccio” del maestro compositore Giovanni Proietti Modi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS