Pubblicato il

«Civita luogo del pensare, la cultura principale alleata del nostro territorio»

«Civita luogo del pensare, la cultura principale alleata del nostro territorio»

BAGNOREGIO - Nove appuntamenti che hanno punteggiato l’estate bagnorese. Nicola Gratteri, Pif, Walter Veltroni, Rosanna Scopelliti, Salvo Noè, Eraldo Affinati, Marco Rossi Doria, Gennaro Matino e Franco Arminio sono stati i protagonisti di Civita ...

Condividi

BAGNOREGIO – Nove appuntamenti che hanno punteggiato l’estate bagnorese. Nicola Gratteri, Pif, Walter Veltroni, Rosanna Scopelliti, Salvo Noè, Eraldo Affinati, Marco Rossi Doria, Gennaro Matino e Franco Arminio sono stati i protagonisti di Civita Luogo del Pensare 2023. Un’edizione che ha portato sul territorio occasioni d’incontro e riflessione e contribuito a promuovere, attraverso la cultura, Civita e Bagnoregio.

«Quattro anni fa abbiamo immaginato una manifestazione capace di coltivare la curiosità e l’interesse e ci siamo messi in cammino – commenta il sindaco di Bagnoregio Luca Profili -. Passo dopo passo sono nati incontri, amicizie, scambi e ci siamo ritrovati a ospitare uomini e donne con delle storie importanti da raccontare. Siamo convinti che questo spirito d’incontro, di condivisione e di stimolo continuo siano fondamentali per la crescita della nostra comunità e i risultati di pubblico e visibilità di questa edizione 2023 di Civita Luogo del Pensare parlano chiaro». “La cultura è stata da sempre il nostro principale alleato nella promozione del territorio. Con Civita Luogo del Pensare, ogni anno, ci troviamo a continuare, con il nostro passo, un cammino iniziato diverso tempo fa – così l’amministratore unico di Casa Civita Francesco Bigiotti -. Anche quest’anno sono venuti a trovarci personalità importanti della lotta alle mafie, del giornalismo, dell’attivismo sociale. Tutti uomini e donne di pensiero, portatori di storie e valori. Il bilancio che andiamo a fare è sicuramente positivo e ci fa guardare con ottimismo al domani». «Civita Luogo del Pensare è stato un momento di condivisione e di aggregazione. Tanti i temi trattati, personaggi diversi, dal nuovo procuratore di Napoli Nicola Gratteri al poeta Franco Arminio, che hanno reso Civita e Bagnoregio due luoghi vivi, capaci di affascinare e attrarre chi vi abita e chi ha voglia di conoscere una Tuscia sempre più vicina al mondo della cultura. Ci impegneremo per portare nella nostra terra sempre più storie e più spunti per riflettere». Queste le parole del direttore artistico del festival Valentina Bisti. Da giugno a settembre, con l’ultimo incontro che ha visto protagonista Pif il 12 settembre, Civita Luogo del Pensare ha vissuto su tre location straordinarie: piazza San Donato, il Belvedere Falcone e Borsellino e La Casa del Vento. Importante la risposta del pubblico e il risalto mediatico ottenuto dall’iniziativa. L’iniziativa è curata da Comune di Bagnoregio e Casa Civita e si avvale della collaborazione di Associazione Juppiter.

Tutte le informazioni sul sito<a target="_blank" href="http://%20www.civitaluogodelpensare.it

%20″> www.civitaluogodelpensare.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS