Pubblicato il

«Totale mancanza di competenza e di rispetto istituzionale da parte di questa maggioranza»

«Totale mancanza di competenza e di rispetto istituzionale da parte di questa maggioranza»

«In riferimento ai lavori della Commissione Bilancio svoltisi ieri a Palazzo dei Priori in preparazione del Consiglio Comunale di domani siamo costretti a sottolineare ancora una volta la totale mancanza di competenza e di rispetto istituzionale da ...

Condividi

«In riferimento ai lavori della Commissione Bilancio svoltisi ieri a Palazzo dei Priori in preparazione del Consiglio Comunale di domani siamo costretti a sottolineare ancora una volta la totale mancanza di competenza e di rispetto istituzionale da parte di questa maggioranza». Lo dice a chiare lettere il gurppo comunale di Fratelli d’Italia, in una nota.

«Si utilizzano toni trionfalistici per ogni sassolino spostato e poi nel momento in cui si perfezionano gli atti nelle sedi competenti la maggioranza presente è muta e gli assessori assenti», spiegano. «L’assenza degli assessori in commissione è mancanza di rispetto nei nostri confronti e soprattutto sintomatica di una maggioranza che se ne frega dell’opposizione, che preferisce la comunicazione unidirezionale tipica di un regime al confronto democratico e civile nelle sedi preposte. Ricordiamo alla sindaca e a questa maggioranza – prosegue la nota – che anche i sottoscritti sono stati votati ed eletti dai cittadini e che non è nostra intenzione votare sempre contro solo per partito preso, ma se non abbiamo idea della reale programmazione delle risorse e di come si intenda impiegarle come possiamo valutare con serietà?», si domand il gurppo consiliare.

«La variazione dell’assessorato alla Cultura a cosa è volta? E quella dei servizi sociali? E i fondi sottratti alle frazioni dell’assessore Scardozzi? Quasi 4 milioni di euro di variazione non possono essere liquidati facendo spallucce. Se questo è il modo di concepire e gestire le commissioni, luogo principe deputato al confronto, allora non le convocate perché non siamo più disponibili a questa sceneggiata. Vediamoci direttamente in consiglio comunale», concludono Laura Allegrini, Antonella Sberna e Matteo Achilli.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS