Pubblicato il

Passeggiata in rosa per Beatrice onlus

Passeggiata in rosa per Beatrice onlus

VETRALLA – È stata una passeggiata in rosa; un percorso di circa sette km, che la pro loco di Vetralla ha organizzato in favore della Beatrice Onlus per la prevenzione, e che fa parte di quell’ottobre rosa ormai noto, nel campo della lotta ai ...

Condividi

VETRALLA – È stata una passeggiata in rosa; un percorso di circa sette km, che la pro loco di Vetralla ha organizzato in favore della Beatrice Onlus per la prevenzione, e che fa parte di quell’ottobre rosa ormai noto, nel campo della lotta ai tumori. Una partecipazione come sempre numerosa, arrivata con successo al suo quinto appuntamento. Alla presenza di numerosi cittadini e con parte dell’amministrazione comunale, sindaco Aquilani in testa, è stato dato il via alle 9,30 presso Santa Maria del Soccorso a Cura di Vetralla, passando per un cammino in mezzo al verde e proseguendo nel centro storico, con foto di rito a piazza Umberto I e arrivo alla Villa Comunale di Vetralla, per una giornata all’insegna dello sport, tra padel, calcio, e tennis.

Perché l’attività fisica è la prima forma di prevenzione, quella che oltre a metterti a contatto con la natura, come nel centro sportivo della villa Comunale, quello del villa padel club, aiuta a mantenere il corpo vivo e sano, lontano da quelle aggressioni a cui la salute viene spesso sottoposta per sedentarietà e cibo sbagliato. E’ mancata la presenza della dottoressa Frittelli per motivi personali, ma non è mancata la rappresentanza della Beatrice onlus lo spirito che guida la manifestazione: tenere alto il livello di attenzione sul tema e fornire mezzi e strumenti per veicolare il messaggio importante, che è proprio quello della prevenzione, ma non solo.

I contributi che ogni anno sono stati raccolti grazie alla generosità di aziende locali e cittadini, hanno permesso di garantire l’acquisto sia di attrezzature che di macchinari, tutti destinati alla struttura ospedaliera di Belcolle.

Senza dimenticare che queste camminate sono virtuose anche perché permettono, sempre attraverso le donazioni, di avere corsi riservati per effettuare lezioni di pilates o piscina a chi ha affrontato la malattia.

E’ bene sapere infine che per chi vuole, si può ancora donare e magari aggiungere al proprio guardaroba quella maglietta rosa che tanto fa bene alla salute di tutti, e illumina il futuro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS