Pubblicato il

Tarquinia, incivile “seriale” di nuovo denunciato dalla Polizia locale

Tarquinia, incivile “seriale” di nuovo denunciato dalla Polizia locale

TARQUINIA - Incivile di nuovo nella rete della Polizia locale. Dopo mesi di complesse indagini, portate avanti dai vigili urbani del comandante Nicola Fortuna, le operazioni di controllo sul territorio di Tarquinia hanno portato ad individuare, in ...

Condividi

TARQUINIA – Incivile di nuovo nella rete della Polizia locale. Dopo mesi di complesse indagini, portate avanti dai vigili urbani del comandante Nicola Fortuna, le operazioni di controllo sul territorio di Tarquinia hanno portato ad individuare, in queste ultime settimane, il responsabile, proveniente da comuni limitrofi, di numerosi fenomeni di abbandono di consistenti quantità di rifiuti di vario genere e inquinanti. Grazie infatti ad un’assidua attività di controllo e ad una parallela e complessa indagine portata avanti dal comando di Polizia locale, il soggetto, al quale era stato posto sotto sequestro penale anche il giardino della propria abitazione poiché utilizzato come luogo di deposito di ingenti quantitativi di rifiuti, è stato nuovamente colto in flagrante mentre abbandonava rifiuti, avvalendosi tra l’altro dello stesso veicolo già sequestrato penalmente. È scattata quindi immediatamente un’ulteriore denuncia penale a suo carico per violazione dei sigilli e omessa custodia. Il mezzo è stato a quel punto nuovamente sequestrato e trasferito al deposito giudiziario. “Continua con assiduità, tenacia e grande collaborazione l’attività degli agenti del corpo di Polizia locale, operativi anche in abiti civili con l’ausilio delle auto “civetta”, durante l’intera giornata e in orario notturno fino alle prime ore dell’alba, così da garantire una copertura del territorio 24 ore su 24”, spiega il comandante Nicola Fortuna. “Perseguiamo così l’obbiettivo di contrastare con forza ogni tipo di fenomeno di abbandono di rifiuti ed attività vandaliche per tutelare l’ambiente dal deposito illecito di materiali fortemente inquinanti e difficilmente smaltibili”. ©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS