Pubblicato il

Festa d’autunno Allumiere, promossi e valorizzati i prodotti biologici dell’Università Agraria

Festa d’autunno Allumiere, promossi e valorizzati i prodotti biologici dell’Università Agraria

ALLUMIERE - Grande successo per l'Università Agraria alla Festa d'Autunno che si è svolta ad Allumiere. L'ente collinare ovunque va con il proprio stand riesce ogni volta a colpire tutti. Attraverso queste manifestazioni l'Agraria riesce a ...

Condividi

ALLUMIERE – Grande successo per l’Università Agraria alla Festa d’Autunno che si è svolta ad Allumiere. L’ente collinare ovunque va con il proprio stand riesce ogni volta a colpire tutti. Attraverso queste manifestazioni l’Agraria riesce a mostrare, promuovere e valorizzare i prodotti meravigliosi che vengono prodotti in maniera biologica. Ovunque tutti apprezzano la pasta artigianale fatta con la farina derivata dalla coltivazione del grano Senatore Cappelli; l’ottima carne della vacca maremmana allevata allo stato brado; il ragù con questa speciale carne o con il cinghiale; l’olio extra vergine d’oliva. Queste iniziative di promozione dell’Ente e dei suoi prodotti sono organizzate e curate dall’instancabile e attivissimo delegato Antonio Vela e da altri collaboratori. Lo scorso weekend alla Festa d’Autunno l’Agraria ha distribuito i suoi prodotti ma ha anche ospitato per pranzo e cena tanti avventori che hanno apprezzato molto le varie leccornie preparate da Rosa ed Emilia Sgamma con gli eccellenti prodotti dell’Agraria. A coadiuvare in modo perfetto le cuoche sono stati gli alunni dell’Alberghiero di Civitavecchia. “È andata benissimo – spiega il delegato dell’Università Agraria di Allumiere Antonio Vela – devo dire che stavolta mi sono messo in gioco e ho azzardato un po’: abbiamo utilizzato e cucinato oltre 70 chili di carne e non sapevo se la scelta era giusta: invece il risultato è stato superiore ad ogni più rosea aspettativa. Abbiamo avuto veramente tantissime persone e abbiamo venduto tutto. Avevamo preparato 70 chili di spezzatino non ne è rimasto un grammo; abbiamo preparato 2 pentoloni di ragù con oltre 20 chili di carne e anche di questo è stata fatta piazza pulita. Eccezionale il lavoro dei 15 studenti dell’Alberghiero di Civitavecchia che hanno curato la mise en place, impiattato e servito ai tavoli con grande professionalità. Ci tengo a ricordare a tutti che il nostro scopo non è di guadagnare, ma di promuovere e far conoscere i nostri prodotti, quelli degli altri produttori locali e allo stesso tempo di promuovere il paese e le sue peculiarità. Fantastiche sono state le cuoche Rosa ed Emilia Sgamma, che hanno cucinato meravigliosamente e hanno ottenuto complimenti da tutti. Il bilancio per noi è positivo. Come al solito ci tengo a ringraziare il presidente Daniele Cimaroli. Inoltre voglio ringraziare fortemente l’assessore Paolo Travagliati che per tutta la settimana di preparativi e nella due giorni di Festa mi ha tanto aiutato e si è anche adoperato dentro lo stand facendo un po’ di tutto. Un ringraziamento particolare alla cuoca Rosa Sgamma che è stata fantastica e anche un ringraziamento a Emilia Sgamma che, insieme a Rosa, hanno preparato il ragù di carne maremmana e lo spezzatino di carne maremmana. Un ringraziamento ci tengo a farlo ai ragazzi della scuola Stendhal di Civitavecchia e alla responsabile Erica che sono stati fantastici e molto professionali. Infine il grazie va al mio braccio destro Valerio Chiacchierini. Siamo stanchissimi, ma molto soddisfatti”.


Condividi

ULTIME NEWS