Pubblicato il

La prima volta di Anci Lazio a Viterbo

La prima volta di Anci Lazio a Viterbo

Oggi e domani il capoluogo ospita l'assemblea regionale dei sindaci, Gasparri aprirà i lavori della seconda giornata

Condividi

Oggi e domani, per la prima volta nella storia della città, Viterbo ospita i lavori dell’assemblea annuale dei sindaci del Lazio.

La prima giornata, inizio alle ore 15, nella sala consiliare di Palazzo dei Priori mentre il giorno successivo presso lo Spazio attivo Lazio Innova a Valle Faul.

«Un appuntamento che è motivo di grande orgoglio per noi. Ci tenevamo a essere città ospitante dell’assemblea regionale Anci» ha dichiarato la sindaca Chiara Frontini ringraziando il vicepresidente Anci Lazio, Stefano Bigiotti, per aver favorito tale opportunità.

«Sarà occasione di confronto con i sindaci dei Comuni del Lazio e con i rappresentanti del governo e della Regione sul ruolo degli enti locali nella programmazione regionale e nella sfida del Pnrr ma anche il riconoscimento del lavoro che sta svolgendo la nostra amministrazione e che sta dando i primi frutti» ha sottolineato la prima cittadina durante la presentazione della due giorni.

Insieme a lei, nella conferenza stampa in sala Regia Stefano Bigiotti, il vicepresidente Anci Lazio, l’assessore alla Qualità degli spazi urbani Emanuele Aronne, il segretario generale della Camera di commercio Francesco Monzillo e la consigliera comunale Maria Rita De Alexandris.

Bigiotti, parlando dell’appuntamento, l’ha definito «un’opportunità per approfondire gli aspetti tecnici del ruolo di amministratore ma anche per acquisire i riflettori su Viterbo».

«Un evento preparatorio all’assemblea nazionale Anci che si terrà a fine ottobre a Genova. Le risultanze dei lavori della due giorni viterbese saranno proposte al presidente nazionale e veicolate poi alla conferenza Stato-Comuni» ha evidenziato.

«Riteniamo che il Comune di Viterbo debba presentarsi a questo appuntamento con tutte le carte in regola» ha dichiarato l’assessore Aronne.

«Oggi ci parametriamo con noi stessi, questa assemblea sarà l’occasione per comprendere il vero livello amministrativo confrontandoci con altre realtà sullo stato dell’arte del territorio, sulla salute delle amministrazioni del Lazio inquadrando i problemi sulla base di parametri oggettivi».

Tra le realtà partecipanti ai lavori assembleari anche la Camera di commercio.

«Presenteremo il marchio Tuscia viterbese, a cui aderiscono oltre 300 aziende eccellenze del territorio, e anche i nostri servizi. Viterbo deve diventare sempre più capofila del territorio» ha affermato il segretario generale Monzillo.

Infine la consigliera De Alexandris, che insieme alla collega Francesca Pietrangeli si è occupata del supporto organizzativo dell’evento: «Un’occasione importante per la città che auspico possa essere ripetuta».

Nove i tavoli di lavoro che si confronteranno su vari panel affrontandoli sia sotto l’aspetto tecnico-amministrativo che istituzionale.

Tra gli argomenti sui tavoli della prima giornata, i cui lavori saranno aperti alle ore 15 dai saluti istituzionali della sindaca Frontini, del prefetto Antonio Cananà e del vicepresidente Anci Lazio Bigiotti, si parlerà di: strategia nazionale aree interne, ruolo delle politiche per la formazione e l’istruzione per il territorio, Pnrr e l’esperienza dei piccoli Comuni, governo del territorio e la trasformazione delle città.

Al termine dei lavori, gli interventi di Mauro Rotelli, presidente commissione Ambiente e Lavori pubblici alla Camera, Enrico Panunzi, presidente commissione Vigilanza sul pluralismo dell’informazione della Regione, Giorgio Simeone, presidente commissione speciale Giubileo della Regione, e Gianpaolo Nardi, vicepresidente Anci Lazio, concluderanno la prima giornata.

Domani, alle 9.30, sarà il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri ad aprire i lavori a Valle Faul.

Una giornata da parterre de rois – pausa pranzo alle 13.30, ripresa lavori alle 15.30 – con gli interventi del vice ministro alla Giustizia Francesco Paolo Sisto, del sottosegretario a Lavoro e Politiche sociali Claudio Durigon, del presidente commissione Affari costituzionali al parlamento europeo Salvatore Meo, di Alessandro Battilocchio, presidente commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado di città e periferie.

Tra i relatori poi gli assessori regionali Giancarlo Righini e Luisa Regimenti, la vicepresidente della Pisana Roberta Angelilli e il capogruppo FdI Daniele Sabatini.

Si parlerà, tra l’altro, del ruolo degli enti locali nella programmazione economica regionale, delle responsabilità del sindaco e degli amministratori locali nell’attuale ordinamento giuridico, del ruolo degli enti locali nella sfida del Pnrr.


Condividi

ULTIME NEWS