Pubblicato il

Allumiere, domani la presentazione del libro dedicato al portiere allumierasco Franco Superchi

Allumiere, domani la presentazione del libro dedicato al portiere allumierasco Franco Superchi

ALLUMIERE - Allumiere si prepara a vivere un pomeriggio sportivo-letterario davvero imperdibile durante il quale sarà messo in evidenza l'eccezionale portiere allumierasco, Franco Superchi, il quale ha scritto importanti pagine del calcio ...

Condividi

ALLUMIERE – Allumiere si prepara a vivere un pomeriggio sportivo-letterario davvero imperdibile durante il quale sarà messo in evidenza l’eccezionale portiere allumierasco, Franco Superchi, il quale ha scritto importanti pagine del calcio professionistico e il suo nome resterà indelebile nella mente di tutti gli amanti del calcio. Sabato 21 ottobre alle ore 11, nell’Aula Nobile del Palazzo della Reverenda Camera Apostolica di Allumiere si terrà la presentazione del libro: “Il volo di Superchi”: un volume scritto da Orlando Baroncelli, il quale ha ripercorso insieme a Superchi le sue gesta da portiere della Fiorentina. La squadra viola si laureò Campione d’Italia nella stagione 1968-1969 grazie anche alle sue incredibili parate e eccezionali prestazioni. Franco Superchi è nato proprio ad Allumiere, lo stesso paese dove ha iniziato a dare qualche calcio ad un pallone senza sapere chi sarebbe diventato. Superchi Iniziò giovanissimo a fare il portiere con gli Allievi e gli Juniores di Allumiere; a soli 15 anni passò alla Bettini Quadraro, società di Promozione di Roma; nel 1961 passò alla Tevere Roma in serie C nelle cui file divenne campione d’Italia Juniores. Nel 1965 passò nelle file della Fiorentina: il primo anno venne inserito nella rosa come terzo portiere dopo Enrico Albertosi e Alfredo Paolicchi.

L’anno successivo si alternò nel ruolo di riserva di Albertosi con Lamberto Boranga fino al 1968-69 quando ebbe la maglia da titolare. Il suo debutto da titolare coincise con il secondo scudetto della storia della Fiorentina, titolo al quale contribuì inanellando una serie di prestazioni sorprendenti per un esordiente risultando così tra i massimi protagonisti della stagione. In quel periodo esordì anche con la maglia della nazionale azzurra: nella rappresentativa Under-23 venne convocato 4 volte. Nella Fiorentina Superchi rimase per altri sette anni giocando sempre si nassimi livelli e diventò uno dei giocatori più amati della storia della Fiorentina. A Firenze vinse una Coppa Mitropa nel 1966, nel 1975 la Coppa Italia, nella finale giocata a Roma contro il Milan e sempre nel 1975 la Coppa di Lega Italo-Inglese. Nel 1976-77 si trasferì al Verona e qui rimase per quattro stagioni totalizzando 126 presenze tra Serie A e B. Infine scelse di concludere la carriera nella Roma come secondo di Franco Tancredi. Due anni dopo ha chiuso la carriera 2 in serie C2, nel Civitavecchia. Negli anni ha fatto crescere “calcisticamente” tanti giovani. A scrivere di Franco Superchi è lo scrittore Orlando Baroncelli, il quale scrive: “È un piacere e un orgoglio viola per me aver scritto “Il volo di Superchi La formidabile storia del portiere della Fiorentina Campione d’Italia 1968-69 I compagni; gli avversari” cui ho dedicato più di tre anni di ricerche, testimonianze, interviste ai protagonisti di questa splenfida storia. Io, Franco Superchi, il mio editore Aldo Udom Avvenuti, il sindaco di Allumiere Luigi Landi, Silvia Superchi, Marcello Lazzerini e il gruppo di lettori che interpreteranno brani del libro scelti per il pubblico presente in sala vi aspettiamo sabato. È prevista la presenza di “Picchio” De Sisti, grande capitano della Fiorentina. Ad Allumiere presenteremo in prima nazionale questo libro. Sabato, quindi, verrà celebrata la grande storia sportiva e calcistica di Franco Superchi che con grande professionalità e straordinaria bravura ha saputo conquistare tutti e dare lustro ad Allumiere.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS