Pubblicato il

“Bevi responsabilmente”, ecco il progetto

“Bevi responsabilmente”, ecco il progetto

È stato presentato nei giorni scorsi “Bevi Responsabilmente”, il progetto nato nel 2021 dall’intesa tra Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana pubblici esercizi, e l’associazione nazionale magistrati, per diffondere la cultura del ...

Condividi

È stato presentato nei giorni scorsi “Bevi Responsabilmente”, il progetto nato nel 2021 dall’intesa tra Fipe-Confcommercio, la Federazione italiana pubblici esercizi, e l’associazione nazionale magistrati, per diffondere la cultura del divertimento sano e responsabile. Da marzo 2023 il progetto ha il patrocinio della Conferenza delle regioni e delle province autonome.

L’iniziativa mira a favorire un vero e proprio patto tra associazioni, istituzioni e imprese dei pubblici esercizi per sensibilizzare clienti e gestori dei locali attraverso la cultura del bere consapevole e responsabile.

«Con Bevi Responsabilmente vogliamo dare una risposta concreta al fenomeno della malamovida. Bere non significa sballarsi, significa convivialità, condividere un’esperienza gustativa con gli altri che ha spesso a che fare con la storia del territorio e con il racconto che il gestore di un bar, di un ristorante e di qualsiasi altro locale autorizzato alla somministrazione può e deve fare per creare cultura. Sta alla nostra professionalità trasferire il concetto che dietro ad un prodotto di qualità che sia un cocktail, un distillato, un vino, una birra o qualsiasi altra cosa c’è un lavoro di studio, di ricerca che non può essere improvvisato e che ne determina il prezzo. E’ necessario un cambio di mentalità anche sul rientro a casa dopo una serata in cui si è consumato alcol. In conseguenza del Covid, sono aumentati i servizi di delivery grazie ai quali è possibile ricevere al proprio domicilio cibi e bevande quindi, perché non pensare di utilizzare un servizio per prenotare il nostro rientro a casa dopo una serata in cui si sono consumati alcolici? oppure perché non accordarsi prima su chi dovrà astenersi dal bere per riportare a casa se stesso ed i propri amici in sicurezza?», ha dichiarato Elia Grillotti Presidente di Fipe Confcommercio Lazio Nord

«I pubblici esercizi rappresentano veri e propri presidi di legalità per i territori è per questo che la loro attenzione deve essere massima, affinché si arginino comportamenti pericolosi e dannosi per le persone e la società”, dichiara il vice presidente Fipe Confcommercio Lazio Nord Marco Bevilacqua. zLa promozione del divertimento responsabile previene le smoderatezze dovute al consumo eccessivo di alcol e rappresenta la base di partenza per tutelare la salute dei nostri ragazzi e garantire la sicurezza della nostra città. Le sfide successive potrebbero riguardare il potenziamento del trasporto pubblico in alcuni orari nel fine settimana, ed un più mirato contrato all’abusivismo commerciale in tema di somministrazione».


Condividi

ULTIME NEWS