Pubblicato il

Il diritto allo sport in Costituzione: a Montalto un incontro con personaggi di primo piano

Il diritto allo sport in Costituzione: a Montalto un incontro con personaggi di primo piano

Polisportiva e Comune hanno organizzato per sabato, con i patrocini di Regione, Provincia, Coni e Uisp, un dibattito sulla novità recentemente introdotta dal Parlamento

Condividi

MONTALTO DI CASTRO – “Dica 33! …il diritto allo sport in costituzione, dal Parlamento al territorio”. Per sabato alle 11 nella sala del consiglio comunale la Polisportiva Montalto e il Comune di Montalto di Castro, con i patrocini di Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Coni e Uisp, hanno organizzato un dibattito sullo Sport in Costituzione, recentemente introdotto dal Parlamento italiano. #Dica33! È il motto scelto per questo dibattito che vuole essere non solo un confronto, ricco di importanti contributi, ma una giornata di festa per la recente introduzione in Costituzione del Diritto allo Sport, sancito dall’art 33.

«Dica 33 – spiegano dal Comune – perché lo sport è salute, mentale, fisica, psichica: ogni euro speso per lo sport è un euro risparmiato per la salute. Perché grazie alla corsa, al ciclismo, alla pallavolo, al Karate, al Judo, a qualsiasi attività sportiva, è la medicina a dirlo, si guadagna in salute, in aspettativa di vita, in socialità».

«Dal Parlamento italiano -spiegano gli organizzatori – è arrivata questa importantissima modifica costituzionale, che rende appunto lo sport un diritto, come la salute, l’istruzione, il lavoro. Dal Parlamento che lo ha legiferato, ne vogliamo parlare sul territorio. Quali applicazioni avrà in sostanza l’articolo 33? Quali cambiamenti apporterà nell’ambito delle federazioni sportive, delle associazioni del settore, l’acquisizione di questo diritto? Ne parliamo con importanti e rappresentative personalità del settore il 4 novembre alle ore 11, nell’aula consiliare del Comune di Montalto di Castro».

Interverranno al dibattito: Giovanni Malagò, presidente Coni; l’onorevole Mauro Berruto, ex commissario tecnico azzurro, bronzo a Londra 2012 con la squadra di pallavolo maschile e primo firmatario della proposta di modifica dell’articolo 33 della Costituzione; e ancora, Valerio Piccioni, ideatore della Corsa di Miguel e giornalista della Gazzetta dello Sport; Guido D’Ubaldo, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio e giornalista del Corriere dello Sport; Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp; Ugo Baldi, delegato provinciale Coni; Fabio Martelli, presidente Fidal Lazio; Luca Bisti, responsabile Nazionale I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali), Educatore Nazionale e Docente Formatore Uisp struttura di Attività Equestri. Presidente del Comitato Uisp di Viterbo; Antonella Bellutti, due volte campionessa olimpica di ciclismo; Carolina Amato, più volte oro nei campionati italiani, europei e in coppa del mondo di Karate; Francesco Crociani, due volte campione italiano di Judo e medaglia di bronzo ai mondiali 2023; Omar Sacco, tleta olimpionico a Torino 2006 nella specialità di Bob a quattro; Teodoro della Fiamma Olimpica. Direttore Tecnico delle nazioni del ghiaccio e responsabile delle discipline su ghiaccio del G.S. Fiamme Azzurre; Dario Ingravallo, atleta disabile, ideatore del Progetto Migliorabile, progetto nato all’interno del Circuito Corrintuscia, diretto all’inclusione di persone con disabilità fisiche ed intellettivo-relazionali; Simona Pirocchi, fisioterapista ed atleta, co-ideatore del Progetto Migliorabile.

Introdurrà il dibattito la sindaca di Montalto di Castro, Emanuela Socciarelli, a seguire il delegato allo Sport, Emanuele Miralli e il presidente della Polisportiva Montalto, Massimo Maietto. Modera l’evento Stefano Tienforti, giornalista, tecnico federale e Speaker ufficiale Corrintuscia.

Al termine del dibattito, alle ore 12.30, in piazza Matteotti, sarà presentato, in collaborazione con la Libreria “Il Bianconiglio” e alla presenza dell’autore, il libro “Baci Olimpionici – storie d’amore e di medaglie d’oro” di Valerio Piccioni. “Le Olimpiadi sono come gli amori che hanno fatto nascere: un percorso che parte con un sogno e poi diventa gioia, delusione, prime pagine o minuscoli ritagli. Bisogna avvicinarsi con la consapevolezza che non basta afferrare l’attimo fuggente per capirne lo spirito. Spesso ci arrivi con soggezione, ma poi c’è quasi sempre un momento in cui ti senti a casa. Qualcosa che ti sorprende e ti conquista”.

Valerio Piccioni è nato a Roma nel 1961, è giornalista della “Gazzetta dello Sport” e podista amatoriale. Ha seguito otto Olimpiadi, otto Tour de France e cinque Giri d’Italia. Nel 1997 ha vinto il premio Saint Vincent per le sue inchieste antidoping. Nel 2000 ha “inventato” con alcuni amici la Corsa di Miguel, gara dedicata al maratoneta-poeta argentino desaparecido Miguel Benancio Sanchez, che raduna ogni anno migliaia di podisti nella capitale e che gli è valso il titolo di “Cittadino illustre” di Buenos Aires. Ha scritto tra gli altri “Quando giocava Pasolini” (1996), “La rivoluzione di Bikila” (con G. Lo Giudice, 2010), dedicato al grande maratoneta etiope, e “Manlio Gelsomini. Campione partigiano” (2014).

Durante le iniziative della giornata di sabato 4 novembre sarà possibile iscriversi alla Maratonina, che comprende una gara agonistica e una manifestazione non agonistica di 11 km, dei percorsi per le categorie giovanili e per il Progetto Migliorabile, una camminata di 6 km dedicata al progetto di prevenzione del tumore al seno in collaborazione con l’associazione Beatrice onlus. La gara si snoderà lungo le vie del Paese e prenderà il via alle ore 10 da viale Garibaldi. Le iscrizioni saranno eccezionalmente aperte anche durante le iniziative della giornata del 4 novembre, per tutte le categorie di atleti (agonisti, non agonisti, camminatori, bambini e ragazzi).

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS