Pubblicato il

Faziarte si ferma: «Saranno mesi difficili ma tornerò più forte di prima»

Faziarte si ferma: «Saranno mesi difficili ma tornerò più forte di prima»

Il giovane artista viterbese, che ha abbellito la Tuscia con i suoi murales, parla della sua malattia

Condividi

Fabio Fasanari, artista viterbese di 26 anni, conosciuto come Faziarte, annuncia uno stop. Una laurea in ingegneria e una grande dote: quella del disegno, che lo ha portato a realizzare dei murales apprezzati in tutta la Tuscia e non solo. Porta la sua firma “La tua Rosa”, in viale Francesco Baracca, che ritrae Santa Rosa, la “Pietà” a Canepina, realizzata sui resti di una casa distrutta per commemorare le 115 vite innocenti vittime del bombardamento del 5 giugno 1944; la “Tuscia terra di cinema” a Graffignano e tanti altri. «Un costante impegno – racconta l’artista – nel cercare di creare cose che fossero ai vostri occhi ogni volta più belle. Una dedizione di vita». Poi l’annuncio: «È stato difficile e frustrante per me negli ultimi mesi non riuscire a darvi ciò che avrei voluto e nel modo in cui volevo a causa di problemi di salute, che mi rendevano tutto complicato. Mi è stato diagnosticato un linfoma al quarto grado. Vi scrivo oggi perché domani inizierò il primo ciclo di chemioterapia e ne avrò per circa sei mesi, periodo in cui probabilmente Faziarte andrà un po’ in pausa. Amo così tanto quello che faccio che voglio salvaguardarlo e lasciarlo inviolato da questa roba. Saranno mesi difficili e lunghi, ma sono circondato da persone fantastiche, dai medici, alla mia famiglia fino ai miei amici, che faranno andare tutto bene». Quindi la promessa: «Portate solo un po’ di pazienza perché Faziarte tornerà più forte di prima».


Condividi

ULTIME NEWS