Pubblicato il

Al Tamagnini la Vecchia cala il tris

Al Tamagnini la Vecchia cala il tris

Dopo un pari e una sconfitta i nerazzurri tornano a fare bottino pieno: il solito Vittorini sfonda il muro della Pescatori Ostia, nella ripresa a bersaglio Contini e Serpieri, che calano il sipario sul match

Condividi

Il Civitavecchia Calcio ritrova la fiducia e scaccia i fantasmi.

Al Vittorio Tamagnini i nerazzurri hanno sconfitto per 3-0 il fanalino di coda Pescatori Ostia, che continua a non ottenere punti e a non segnare quando gioca fuori casa.

Questa volta le cose sono andate nella maniera migliore, con i padroni di casa che hanno fatto il loro compito contro una formazione, onestamente, di livello inferiore dal punto di vista squisitamente tecnico.

La prima chance porta la firma di Luchetti, “galoppata” sulla fascia, quando sono trascorsi sette minuti dal fischio d’inizio, fino alla conclusione che Spezzi blocca in due tempi. Salvataggio dei due centrali della Pescatori, in particolar modo Lo Presti, sulla botta a colpo sicuro di Vittorini poco dopo, con il bomber che impreca per la sfortuna. È solo il dodicesimo al Tamagnini. A spron battuto la Vecchia, preme e arriva con facilità dalle parti di Spezzi, probabilmente il migliore dei suoi, visto che i taccuini hanno menzionato almeno 6-7 parate da parte sua, mentre per gli ospiti nell’unica sortita in avanti intorno all’ottavo, da segnalare, c’è solo una conclusione finita ampiamente fuori. Contini per Costantini al 23°, fuori di un soffio, con il giocatore che si ripeterà senza nessun esito a sette dalla fine. Gli ostiensi hanno offerto il fianco quattro volte, difesa ordinata con l’arma in più del fuorigioco sistematico quando Vittorini è lanciato in profondità, trappola in cui cade in più di una circostanza. Spezzi respinge dapprima su Carta e poi, sulla ribattuta, con un mezzo miracolo sul tiro di Contini. La Pescatori si affida ancora al suo baluardo Spezzi, che si supera ancora a quattro dalla fine sul fendente di Vittorini. L’estremo difensore della Pescatori nulla può però un minuto dopo sugli sviluppi dell’azione, quando il tiro è scoccato ancora dallo stesso giocatore, che lo supera in dribbling e poi appoggia, dopo aver forse pensato di segnare di tacco. Con questa rete arriva a quota 10 timbri stagionali, in campionato, bomber Manuel Vittorini, anche se c’è chi vuole togliergli un gol, quello segnato col Campus Eur e viziato da un tocco di un difensore, che ha accompagnato la palla in rete. Due cambi per la Pescatori in avvio di ripresa, dentro D’Avello e Caruana per Procesi e Santoro. Ngom dopo due minuti “incolla” male e tira alto sulla porta difesa da Spezzi. Non c’è partita e al 12° la Vecchia raddoppia, cross di Luchetti dove Spezzi, fin qui impeccabile, cincischia un po’ troppo e viene superato dall’altro esterno nerazzurro, ovvero Jacopo Contini. Due a zero. Vittorini va vicinissimo al tris un minuto dopo, di un soffio fuori. Spezzi si riprende la scena al 21°, pregevoli i due interventi dapprima su Samuele Cerroni e poi su Carta. Marchetti dopo tre quarti di gara impegna Midio, è il primo tiro verso lo specchio da parte della Pescatori, anche se a dire il vero la gara del giovanissimo portiere classe 2007 non è stata particolarmente impegnativa. La Vecchia amministra ora e si espone meno, anche se fin qui gli ospiti hanno fatto ben poco per metterla in difficoltà. Ad una manciata di minuti dal termine al Tamagnini c’è ancora tempo per vedere Serpieri all’opera, quando abile di testa sugli sviluppi di un corner è bravo a superare ancora Spezzi, segnando il 3-0 quando il recupero è già cominciato. È una vittoria fondamentale per il Civitavecchia, non tanto per il test in sé stesso, non proprio il più arduo, ma perché si è tolta i fantasmi della sconfitta con il Valmontone, in quello che, praticamente, poteva sembra il terzo tempo della sfida di mercoledì scorso. «Continuiamo a fare buone prestazioni – afferma mister Raffaele Scudieri – anche se sono solo alla quarta settimana qui. Ci serviva vincere, per metterci alle spalle la disavventura di mercoledì scorso, eravamo ancora dispiaciuti e lo abbiamo sentito nel prepartita. Siamo ancora distanti dalla vetta, ma ancora è tutto giocabile e credo che si deciderà a marzo. Siamo ben attrezzati ma dobbiamo ancora migliorare, c’è grande disponibilità da parte di tutti e l’infermeria è vuota. Ngom ha disputato una partita eccellente, ho visto bene anche Petruccetti, anche se non è al meglio della forma. Tutti gli altri si sono confermati, Contini sta crescendo, gli sto chiedendo qualcosa di diverso rispetto a quello che era abituato a fare. Spero che il morale possa tornare alto».

La Vecchia dunque si riscatta dopo il periodo non proprio esaltante (eccezion fatta per il derby vinto 3-2 contro l’Academy Ladispoli) e in campionato si prepara per la trasferta di domenica prossima sul difficile campo della W3 Maccarese che ha trovato un punto contro il Valmontone nell’ultima giornata appena conclusa. Intanto filtrano voci importanti di mercato per i nerazzurri, che sarebbero pronti a tesserare un attaccante argentino, che ha già giocato in Eccellenza con la maglia del Montalto. Per la firma ci sarebbe da attendere l’iter burocratico, in quanto l’ultima esperienza di questo giocatore è stata in Australia.

Sempre più giù la Pescatori Ostia, che è ancora a quota quattro in classifica e che dovrà puntare molte fiches sul proprio tavolo in occasione della sfida interna di domenica prossima contro la Romulea: un altro test non proprio facile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS