Pubblicato il

Una mozione per la pace e per condannare la guerra

Una mozione per la pace e per condannare la guerra

TOLFA - Il gruppo dei consiglieri di opposizione "Tolfa Cambia" del Comune di Tolfa hanno presentato una mozione per la pace: "È un gesto simbolico - spiegano da Tolfa Cambia - ma di grande importanza". "Condanniamo con forza e senza alcuna ...

Condividi

TOLFA – Il gruppo dei consiglieri di opposizione “Tolfa Cambia” del Comune di Tolfa hanno presentato una mozione per la pace: “È un gesto simbolico – spiegano da Tolfa Cambia – ma di grande importanza”. “Condanniamo con forza e senza alcuna ambiguità l’attacco terroristico di Hamas del 7 ottobre. Riteniamo che Hamas non sia espressione del popolo palestinese e che dunque sconfiggere militarmente Hamas non debba comportare l’annientamento della popolazione di Gaza con un uso indiscriminato della forza bellica ai danni di civili e infrastrutture pubbliche – si legge nella mozione – riteniamo sia necessario agire per l’incolumità di ogni civile palestinese per limitare e contenere i danni alle infrastrutture civili e pubbliche (scuole, ospedali, ambiti residenziali, uffici pubblici). Considerato inoltre che l’assedio totale della Striscia di Gaza, un territorio, ricordiamolo, in cui il 40% dei residenti non ha ancora compiuto quindici anni, sta portando a un nuovo massacro. Solo nei primi 18 giorni di conflitto, nella Striscia di Gaza è stato registrato un bilancio devastante per i suoi bambini, con notizie di 2.360 morti e 5.364 feriti, più di 400 uccisi o feriti ogni giorno. A detta di Adele Khodr, Direttore regionale dell’UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa: “L’uccisione e la mutilazione di bambini, il rapimento di bambini, gli attacchi a ospedali e scuole e la negazione dell’accesso umanitario costituiscono gravi violazioni dei diritti dei bambini”. Il Popolo palestinese vive da anni in uno stato di prigionia a cielo aperto. Il nuovo Rapporto Onu parla di diffusa e sistematica privazione della libertà attuata nel Territorio Palestinese Occupato. Preso atto che è essenziale usare tutti i canali formali e informali per raggiungere l’obiettivo di Pace il Consiglio comunale di Tolfa esprime solidarietà alle vittime israeliane della barbarie di Hamas nell’attentato del 7 ottobre; al popolo palestinese e alle famiglie di tutti i civili uccisi e feriti, per la privazione sistematica della loro libertà, dei loro diritti e della loro vita; condanna l’uso della forza militare e di attacco indiscriminato come strumento di risoluzione; chiede al Governo Italiano di compiere ogni azione possibile per fermare l’assedio e la violenza nei confronti del popolo palestinese della Striscia di Gaza. Chiede inoltre all’Unione Europea di essere più determinata e netta nella condanna del massacro di queste ore e di difendere così gli interessi europei e dei Paesi mediterranei dai possibili effetti, dal terrorismo alle migrazioni, di una ulteriore radicalizzazione dello scontro tra Israele e Paesi arabi e musulmani. Il consiglio comunale di Tolfa poi si impegna: a colorare il palazzo comunale con i colori della Pace; a promuovere iniziative di solidarietà, collaborando e sostenendo associazioni che da sempre perseguono i diritti dell’uomo e dei bambini come Amnesty International, Emergency e Unicef; a sensibilizzare le nuove generazioni a questo fondamentale e imprescendibile valore; a portare questa nostra testimonianza, una delle migliaia di questi giorni, ai nostri rappresentanti politici territoriali, a tutti i livelli, affinchè siano la nostra voce nelle sedi Istituzionali più rappresentative e alte. Il consiglio esprime inoltre l’augurio che venga al più presto attuato il diritto internazionale, a partire dallo stop a nuovi insediamenti e ripristinando condizioni dignitose e umane nella Striscia di Gaza”.


Condividi

ULTIME NEWS